LA MIA VITA E’ UN MOSAICO

LA MIA VITA E’ UN MOSAICO

 

“Scrivo perché non ci sono più palchi da calcare”

Così afferma, con una punta di amarezza, un giovane “teatrante” con soli 40 anni di palcoscenico alle spalle.

I testi da lui portati in scena, nel corso del tempo, sono tutti improvvisati, senza un copione definitivo e ciò dimostra la grandezza, la capacità oratoria, la capacità di osservare tutti gli aspetti della natura che lo circonda e – cosa ben più profonda – l’animo umano.

LA MIA VITA E’ UN MOSAICO

59 racconti brevi, sagaci, pungenti, arguti, gradevolmente irriverenti che raccontano episodi di vita quotidiana familiare, politica, sociale, tutti immersi nella solida cultura di una piccola realtà di paese ben più apprezzabile di quella metropolitana.

59 racconti brevi che catturano l’attenzione del lettore fin dalle primissime righe della prima novella con un linguaggio scorrevole, semplice, d’effetto e privo d’artifici, dove la lingua italiana si alterna sapientemente al dialetto necessario a creare e rafforzare il significato dello scritto.

59 racconti brevi che rimarcano quel certo modo di essere tipico del popolo abbruzzese (in lingua italiana si scrive correttamente con una sola “b” ma il dialetto di queste parti tende a rafforzare le lettere, le duplica o addirittura le triplica) capace di entrarti nel sangue e nel cuore con una saggezza spiazzante.

Stiamo parlando di Domenico Turchi che ha scritto la sua opera libraria “La mia vita è un mosaico”

Questo gustoso racconto, “Nonno e il cane Carina” tratto da YouTube, ci consente da subito di scacciare la malinconia:

Il libro è una vera e propria lezione di vita, una sorta di carpe diem in grado di mettere in luce lo spaccato di una regione ed una comunità colta e ricca non solo dal punto di vista linguistico, ma che esprime quella cultura che affonda le radici nella sana e solida realtà contadina, nella diversità tra le genti di mare che lambisce il territorio e quelle della vicina montagna.

Domenico Turchi con “La Mia vita è un mosaico” ci racconta la sua vita, la sua realtà che si incastona perfettamente con quella di tutti noi che sentiamo fortemente il senso di appartenenza alla nostra terra ed alle sue tradizioni.

Dal racconto: “Il miracolo del sedano”

“…Preso da una sconosciuta emozione mi avvicinai ai carri della maggiolata e con il dito più lungo che avevo, l’indice, toccai le chiappe di una ragazza…Papà prese 2 piante di sedano e mi disse: lu lacce (il sedano) è afrodisiaco. Mingo lu lacce ti fa rizzà la picche”

Semplicità unita ad una sana ingenuità giovanile.

L’opera descrive scene vive e tangibili, fortemente descrittive ed evocative; chiudendo gli occhi si avvertono gli odori, i profumi, si percepiscono i colori e i sapori del cibo contadino.

La lettura del libro ci proietta in quel preciso contesto descritto: ci si ritrova immersi tra i profumi della nostra montagna, la Majella, si assapora il gusto degli arrosticini, rigorosamente a multipli di 10, accompagnati da un buon vino cotto mentre lo sguardo si perde tra le acque del nostro mare.

LA MIA VITA E’ UN MOSAICO

Tutti i racconti sono lezione di vita ed illustrano un vissuto reale, concreto, genuino, umano, sensibile e, principalmente, rispettoso e curioso.

Dal racconto: “Luoghi”

“…come si fa ad abbandonare questi luoghi? Apparteniamo ad essi come l’asparago selvatico appartiene a noi”

La madre terra a cui dobbiamo portare rispetto.

Domenico Turchi con “La Mia vita è un mosaico” riesce ad affascinarci con i suoi racconti che rappresentano il perfetto incastro tra le esperienze semplici e genuine della gente e del suo territorio.

Si confessa Domenico TurchiMingo per gli amici e mi auguro sia considerato tale, “la mia non è una grammatica corretta, uso i puntini più che una virgola perché quando scrivo recito”

Ed è proprio questo il gran merito di Domenico, rimanere fedele al “Suo” teatro.

Nella stesura dell’opera libraria “La mia vita è un mosaico”, Domenico ha vissuto, respirato e recitato come se ci fosse il pubblico seduto in platea.

Ed il suo pubblico, tutti noi, sapremo ancora una volta essere vicini a Domenico Turchi e potremo godere della lettura del suo libro “La Mia vita è un mosaico”

Buona lettura.

Complimenti sinceri Domenico Turchi da parte di tutti noi.

LA MIA VITA E’ UN MOSAICO

“La Mia vita è un mosaico” di Domenico Turchi

Per informazioni complete sull’autore e per un contatto diretto visitare la pagina:

https://www.facebook.com/domenico.turchi.9

Edito da Streetlib Write edizione cartacea e eBook    http://write.streetlib.com

Edizioni eBook on line:

https://www.amazon.it/mia-vita-mosaico-Racconti-Domenico-ebook/dp/B087M8TJ9Q

https://www.ibs.it/mia-vita-mosaico-ebook-domenico-turchi/e/9788835807667#

https://www.mondadoristore.it/La-mia-vita-e-un-mosaico-Domenico-Turchi/eai978883580766/

 

 

BON JOVI: “STORY OF LOVE”

BON JOVI: “STORY OF LOVE”

 

By Martina Servidio

E’ on line, su YouTube, il nuovo video ufficiale di “Story of Love”, brano estratto dall’album “2020dei Bon Jovi, band presente nella Rock & Roll Hall of Fame”.

Il disco uscito il 02 ottobre 2020 per Universal Music/Island Records, è inoltre disponibile nel formato vinile da oggi venerdì 19 febbraio.

 Il video, rimanendo fedele al testo della canzone, offre uno sguardo personale e profondo sulla vita quotidiana della famiglia del cantante ed è accompagnato da foto e video amatoriali mai rivelati prima.

Così dice l’artista Jon Bon Jovi:

Anche se ho scritto “Story of Love” pensando alla mia famiglia, spero che quando le persone ascolteranno la canzone e guarderanno il video, rivedranno se stessi e la propria famiglia“. “Story of Love” tocca il tema della genitorialità, aprendosi con versi come: “i padri amano le figlie, così come la madre ama i figli”.  Questo toccante testo è stato ispirato dalla stessa famiglia di Jon il quale, molto semplicemente, si confessa: “mi sono seduto a scrivere una canzone per i miei figli”.

Il brano percorre un viaggio attraverso il magico cerchio della vita dove improvvisamente il bambino diventa come i propri genitori che nel frattempo stanno invecchiando. “Mi sono reso conto che stavo parlando della mia intera famiglia, dei miei figli, di mia moglie e dei miei genitori”,

Il quindicesimo progetto discografico del gruppo si caratterizza per la scrittura ricca e profonda. All’interno, infatti, sono affrontati argomenti di alto profilo sociale come il controllo delle armi, la questione dei veterani, la politica, il valore della famiglia, e molto altro.

BON JOVI: “STORY OF LOVE”

Il titolo, “2020”, è un riferimento sarcastico ai nomi delle campagne elettorali americane dello scorso autunno, così come la cover, con il riflesso della bandiera americana sugli occhiali da sole indossati da un pensieroso Jon Bon Jovi.

 Nel corso di una splendida carriera che copre oltre trent’anni dalla formazione, avvenuta nel 1983, i Bon Jovi hanno conquistato un posto di riguardo tra i nomi illustri del rock e sono stati inseriti nella Rock & Roll Hall of Fame e nella Songwriters Hall of Fame.

130 milioni di album venduti in tutto il mondo, un ricco catalogo di hit di successo, centinaia di concerti tenuti in oltre 50 paesi, 35 milioni di fan e circa 1 miliardo di dollari incassati dalla vendita dei biglietti soltanto nell’ultimo decennio; questi sono i “numeri” da brivido dei Bon Jovi.

Un successo che non sembra subire le offese del tempo.

Per guardare il video ufficiale di “Story of Love”: https://www.youtube.com/watch?v=k13X9c1d_cI&feature=youtu.be

Per ascoltare “2020”: isl.lnk.to/BonJovi2020

 Ufficio Stampa Repertorio Republic Records – Italia

Valeria Scapicchio:   valeria.scapicchio@wordsforyou.it +39 3389213035

Chiara Sanvito:  chiara.sanvito@wordsforyou.it +39 3341634637
Promotion Manager Island Records
Claudia Attanasi:   claudia.attanasi@umusic.com

PH ufficio stampa

S. VALENTINO, LA FESTA DEGLI INNAMORATI

S. VALENTINO, LA FESTA DEGLI INNAMORATI

 

By Martina Servidio

Tutte noi, innegabilmente, oggi, siamo in emozionata attesa di ricevere un segno di affetto da parte del nostro amato.

I fiori trasmettono una sensazione ricca di significato, unico e profondo, carico di profumi ed emozioni che rendono unico ed irripetibile quel momento così importante quale è quello della trasmissione di un sentimento d’amore.

La ROSA

S. VALENTINO, LA FESTA DEGLI INNAMORATI

rigorosamente rossa e a gambo lungo è il dirompente fiore dell’amore per antonomasia; è un capolavoro della natura, le sue sembianze ed il suo profumo esaltante ma non pungente alludono intimamente alla femminilità.

L’ORCHIDEA:

S. VALENTINO, LA FESTA DEGLI INNAMORATI

esprime il sentimento puro e sincero ma forte ed elegantemente appassionato. Ha una sottile carica sensuale, è affascinante così come lo era – narra la leggenda – Orchide personaggio androgino e bellissimo. E’ il fiore che esalta l’armonia dell’amore.

Ricevi l’AMARYLLIS?

S. VALENTINO, LA FESTA DEGLI INNAMORATI

E’ il timido ed elegante messaggio di un corteggiatore. Il fiore ha origini africane, è carnoso ed emana un delicato profumo.

In ogni caso ricevere un pensiero floreale ritengo faccia sempre piacere al di là di quanto la storiografia suggerisce.

Ma chi era S. Valentino?

S. Valentino nacque a Terni nel 176 d.C. e morì nel 273 a Roma a seguito di martirio e decapitazione ma viene ricordato non tanto per la sua lunghissima vita (considerando l’alto tasso di mortalità dell’epoca) ma per l’indissolubile legame con gli innamorati e…con le loro pene d’amore.

Il suo martirio è testimoniato dal “Martirologio geronimiano”, un catalogo di martiri cristiani compilato nel V secolo.

Solo dopo la sua morte è nata e si è diffusa l’associazione tra S. Valentino ed il sentimento dell’amore romantico forse dovuta una delle più famose leggende in cui si racconta che regalò a una giovane ragazza povera la dote necessaria al matrimonio (nessuna dote, nessun matrimonio) salvandola di fatto dalla perdizione.

Un atto di generosità, o d’amore nel senso più ampio del termine, teso al trionfo dell’amore come legame benedetto da un sacramento religioso.

Già esisteva una antica festa romana, i Lupercali, che celebravano il ciclo naturale della vita e della morte ma che – nel tempo – avevano assunto connotati di malumori sociali, libertà nei costumi e, conseguentemente, rappresentavano un pericolo per l’ordine religioso.

Papa Gelasio I, nel 496 d.C. istituì una festività religiosa (quella che noi oggi conosciamo come la festa degli innamorati) sovrapponendola ai Lupercali. Uno dei riti caratteristici dei Lupercali era quello della fertilità durante il quale – in pubblico – i giovani nudi percuotevano con fascine di rami le fanciulle della comunità allo scopo di propiziarne la fertilità.

Gelasio I decise dunque di moralizzare l’amore privandolo di espliciti riferimenti alla sessualità.

Le leggende nate nel corso dei secoli hanno poi alimentato la connotazione romantica dell’amore espresso in tutte le sue forme e manifestazioni.

Auguro a tutti un felice e Buon S. Valentino.

Martina

 

 

 

THIS IS ELODIE x CHRISTMAS

THIS IS ELODIE x CHRISTMAS

By Martina Servidio

 Dell’artista Elodie ci siamo già interessati con il nostro precedente articolo del 16 agosto con cui annunciavamo il suo concerto live del 21 agosto in Puglia https://www.lamacinamagazine.it/elodie-live/

Ora, a far data dal 11 dicembre 2020, sarà disponibile su tutte le piattaforme digitali ed anche in formato vinile “This is Elodie x Christmas

Ci ha particolarmente colpito la sua sincerità nel raccontare, durante una intervista, la sua vita da adolescente cresciuta in un ambiente degradato dal quale però è riuscita ad evadere con le sue forze ed il suo coraggio; un grande coraggio che merita la massima stima.

L’EP in uscita conterrà quattro delle tracce di maggior successo presenti nell’album “This is Elodie x Christmas” ed esse sono “Guaranà”, “Andromeda”, “Margarita” e “Pensare male” registrate nuovamente da Elodie ma in una chiave dai toni più intimi. Dall’11 dicembre sarà disponibile in formato vinile rosso nei negozi di dischi e su Amazon.it dove, già da oggi, l’album è disponibile il preorder.

Per il Natale 2020 Elodie collabora con OVS e Save The Children disegnando il Christmas Jumper 2020 che verrà distribuito in tutti gli Store OVS. Inoltre, per ogni donazione di almeno 3 euro, in negozio e online su ovs.it, sarà possibile ricevere in omaggio il CD “This is Elodie x Christmas ”, contenente, oltre alle quattro versioni inedite delle canzoni presenti nel vinile, anche le cover di “Jingle Bell Rock” e “I Saw Mommy Kissing Santa Claus”, da lei interpretate.

Elodie è l’artista donna più ascoltata su Spotify Italia nel 2020 ed è l’unica presente nella Top 200 Italia della piattaforma con tre brani: “Guaranà”, “Ciclone” di Takagi e Ketra e “Parli Parli” di Carl Brave. Il suo ultimo progetto discografico, “This is Elodie”, certificato disco d’oro, ha superato i 360 milioni di stream complessivi ed è l’album di una donna più venduto del 2020 in Italia.

Complimenti Elodie, successo meritato.

Elodie si può seguire su:

https://www.instagram.com/elodie/

https://www.tiktok.com/@elodie_official

https://www.facebook.com/elodiedipatrizi

https://twitter.com/Elodiedipa

UFFICIO STAMPA WORDS FOR YOU

Francesca Casarino – francesca.casarino@wordsforyou.it

Valeria Scapicchio – valeria.scapicchio@wordsforyou.it   +39 338 9213035

Giorgia Sbrissa – giorgia.sbrissa@wordsforyou.it  346 3951043

PROMOTION MANAGER ISLAND RECORDS

Paola Corradini – paola.corradini@umusic.com

02 802821