IL CIGNO BIANCO E IL CIGNO NERO

IL CIGNO BIANCO E IL CIGNO NERO

By Martina Servidio

IL CIGNO BIANCO E IL CIGNO NERO

Le cose sono sempre e decisamente bianche o nere?

NO, sono nel contempo tutte e due.

Il Cigno Bianco “Odette” e il Cigno Nero “Odile”, le due iconiche creature non a caso danzate dalla stessa ballerina ne Il Lago dei cigni, rappresentano ed in esse coesistono i due volti dell’essere umano.

Ci potremmo immergere nel dialogare sulle molteplici sfumature di bianco, di nero, di grigio, della illimitata sinfonia di colori ma – ora – vogliamo sottolineare la spinta propulsiva delle considerazioni che hanno ispirato “Il Cigno Nero”.

 E’ uno dei gala cult di Daniele Cipriani, organizzatore e curatore di grandi eventi di danza di respiro internazionale.

Ora, con un nuovo e brillante cast che, accanto a stelle internazionali come Sergio Bernal

IL CIGNO BIANCO E IL CIGNO NERO(già Ballet Nacional de España) e Ana Sophia Scheller

IL CIGNO BIANCO E IL CIGNO NERO(già New York City Ballet), include anche étoile e primi ballerini italiani.

Si esibiranno anche alcuni giovani ballerini italiani di grande talento che attualmente sono in forza presso importanti compagnie estere; Il Cigno Nero è un programma rinnovato ed approda al Teatro Coccia di Novara sabato 12 febbraio 2022 ore 20.30 e domenica 13 febbraio ore 16.

La rappresentazione sarà accompagnata dalle affascinanti proiezioni dei video degli artisti Ginevra Napoleoni e Massimiliano Siccardi, la cui itinerante mostra immersiva su Van Gogh ha incantato un numero enorme di visitatori in tutto il mondo .

Il Cigno Nero è un’indagine sui contrasti che costituiscono il fascino imperituro de Il Lago dei cigni

Le emozioni che emana e su cui poggia questo balletto – amore tormentato, seduzione, tradimento, incantesimi e trasformazioni – finirono sotto la lente d’ingrandimento nel film Black Swan di Darren Aronofsky che valse un Oscar, quale Miglior Attrice, a Natalie Portman.

La pellicola volle però guardare tali contrasti da un’angolazione sinistra mentre Il Cigno Nero ne fa un raffinato gioco di contrasti, serenamente accettati come componenti racchiusi in tutti gli esseri umani, eternamente sospesi nel contrasto tra luci e ombre, tra purezza e seduzione, tra maschile e femminile.

Se la pellicola spiava le vite e le nevrosi dei danzatori, Il Cigno Nero ci mostra il loro quotidiano percorso in un piccolo capolavoro del secondo Novecento, Three Preludes di Ben Stevenson interpretato da Andrea Sarri e Bianca Scudamore dell’Opéra di Parigi.

È questo il primo contrasto del gala: quello tra il costante e faticoso lavoro in sala e alla sbarra e lo scintillante sfoggio, di lì a poco, nei brani di virtuosismo. Three Preludes ci mostra inoltre l’eterno confronto o l’accordo tra ‘lui’ e ‘lei’, tra il ballerino e il suo doppio alla specchio e – con la sbarra – che assume il significato di “ponte” tra due mondi e due epoche: un balletto americano degli anni ’70 su una sognante musica russa (Serghei Rachmaninov) dei primi del ‘900.

Il contrasto principale, comunque, resta quello interno al Lago dei cigni, ovvero tra il lirismo del passo a due dell’angelico Cigno Bianco, emblematico dei sentimenti più nobili nella versione Rudolf Nureyev, da Lev Ivanov, e quello virtuosistico del Cigno Nero che qui, nella versione Benjamin Pech, da Marius Petipa, diventa un passo a tre, piuttosto che a due, irresistibile e fascinosa creatura infernale dalla forte carica di erotismo.

I due brani che mandano sempre in visibilio il pubblico saranno rispettivamente interpretati dai due ballerini dell’Opéra di Parigi per il Cigno Bianco mentre il Cigno Nero da Ana Sophia Scheller IL CIGNO BIANCO E IL CIGNO NEROaccompagnata dalle stelle del Teatro dell’Opera di Roma, Claudio Cocino e Alessio Rezza.

I due “Cigni” fanno ormai parte dell’immaginario collettivo ed hanno recentemente ispirato, in occasione del gala Les Étoiles di Daniele Cipriani, sia i primi tutù della carriera dello stilista Roberto Capucci, che i due profumi “abbinati” di Laura Bosetti Tonatto: “White Swan” e “Black Swan”.

Altro contrasto de Il Cigno Nero sarà quello tra coreografia di tradizione e rielaborazioni moderne, come Black Swan del contemporaneo Marco Goecke, interpretata da Vittoria Girelli e Matteo Miccini del Balletto di Stoccarda; è una novità per il pubblico italiano.

Il Cigno Nero presenta altri momenti tratti da Il Lago dei Cigni come, ad esempio, la celebre Danza dei Quattro Cignetti con Rebecca Storani (già prima ballerina presso il Balletto di Catalonia) insieme a Maria Vittoria Frascarelli, Chiara Ranca e Sofia Masi della Compagnia Daniele Cipriani, il passo a tre con Alessio Rezza del Teatro dell’Opera di Roma, Rebecca Storani e Chiara Ranca e i ritmi incalzanti della Danza Spagnola che prepara l’atmosfera per l’entrata del Cigno Nero.

C’è qualcosa di dark insito nella Danza Spagnola: sarà perché già aleggia il famoso “Duende”, lo spirito che prende possesso dei ballerini di flamenco e di cui non possiamo non avvertire la presenza nello Zapateado di Sergio Bernal?

Che contrasto tra questo rovente Zapateado e il crepuscolare Cigno maschile (una coreografia creata alcuni anni fa da Ricardo Cue), interpretato sempre da Bernal sulla musica di Camille Saint-Saëns. Ma il gioco dei contrasti continua frapponendo questo “Cigno” maschile a quello femminile (La morte del cigno, creato da Mikhail Fokine – sempre sulla struggente musica di Camille Saint-Saëns – per la ballerina Anna Pavlova nel 1907), interpretato da Ana Sophia Scheller.

La trasformazione dell’eterea ballerina in spietata maliarda, del danseur noble in spirito indemoniato (e vice-versa): contrasti che faranno vibrare il palcoscenico del Teatro Coccia; in fondo sono l’espressione, nel linguaggio della scena, delle infinite sfaccettature e contraddizioni che rendono preziose e interessanti anche le nostre vite, e che ne Il Cigno Nero troveranno la loro sintesi nello scoppiettante Défilé finale.

Ufficio Stampa Daniele Cipriani Entertainment 

Simonetta Allder

ufficio stampa@danielecipriani.it

339 7523505

Ufficio Stampa Teatro Coccia – Novara 

Serena Galasso

ufficio.stampa@fondazioneteatrococcia.it

392 3020533

 

GRAN GALA IL CIGNO NERO

a cura di Daniele Cipriani

Video artisti Ginevra Napoleoni e Massimiliano Siccardi

TEATRO COCCIA DI NOVARA

12 e 13 febbraio 2022

danzano

Sergio Bernal (già Balletto Nazionale di Spagna)

Claudio Cocino (Teatro dell’Opera di Roma)

Vittoria Girelli (Balletto di Stoccarda)

Matteo Miccini (Balletto di Stoccarda)

Alessio Rezza (Teatro dell’Opera di Roma)

Andrea Sarri (Opéra di Parigi)

Ana Sophia Scheller (già New York City Ballet)

Bianca Scudamore (Opéra di Parigi)

Rebecca Storani (già Balletto di Catalunya)

Maria Vittoria Frascarelli, Sofia Masi, Chiara Ranca (Compagnia Daniele Cipriani)

Maitre de Ballet Stefania Di Cosmo Direttore di scena Annamaria Bruzzese,

costumi a cura di Anna Biagiotti si ringrazia la Fondazione Teatro dell’Opera di Roma

 

PROGRAMMA

Tre Preludi

coreografia Ben Stevenson

musica Sergei Rachmaninov

danzano Bianca Scudamore e Andrea Sarri

Pas de Trois da Il Lago dei Cigni

coreografia Marius Petipa

rimontata da Stefania Di Cosmo

musica Piotr I. Ciaikovsky

danzano Alessio Rezza, Rebecca Storani (Prima variazione), Chiara Ranca (Seconda variazione)

Black Swan

Coreografia Marco Goecke

Musica PIotr I. Ciaikovsky

danzano Vittoria Girelli, Matteo Miccini

 Zapateado

coreografia Sergio Bernal

musica Coetus

danza Sergio Bernal

La morte del cigno

coreografia Michel Fokine

musica Camille Saint-Saëns

danza Ana Sophia Scheller

Pas de quatre da Il Lago dei Cigni

coreografia Lev Ivanov

rimontata da Stefania Di Cosmo

musica Piotr I. Ciaikovsky

danzano Maria Vittoria Frascarelli, Sofia Masi, Chiara Ranca, Rebecca Storani

Pas de deux Il Cigno Bianco da Il Lago dei Cigni

coreografia Rudolf Nureyev da Lev Ivanov

musica Piotr I. Ciaikovsky

danzano Bianca Scudamore, Andrea Sarri

Il Cigno

coreografia Ricardo Cue

musica Camille Saint-Saëns

danza Sergio Bernal

Danza Spagnola da Il Lago dei Cigni

Coreografia Marius Petipa

rimontata da Stefania Di Cosmo

Musica Piotr I. Ciaikovsky

danzano Alessio Rezza con Maria Vittoria Frascarelli, Sofia Masi, Chiara Ranca, Rebecca Storani

Pas de deux (trois) Il Cigno Nero da Il Lago dei Cigni  

coreografia Benjamin Pech da Marius Petipa

musica Piotr I. Ciaikovsky

danzano: Ana Sophia Scheller (Odile), Claudio Cocino (Siegfried), Alessio Rezza (Rothbart)

 Défile finale

danzano tutti gli artisti

 

LA DAREC ACADEMY E IL MUSICAL

LA DAREC ACADEMY E IL MUSICAL

di Flaminio Boni

LA DAREC ACADEMY STRINGE NUOVE PARTNERSHIP CON PRESTIGIOSI ENTI CERTIFICATORI E UNIVERSITA’

LA DAREC ACADEMY E IL MUSICALPER LA FORMAZIONE AL MUSICAL E PROSEGUE LE SELEZIONI DEI NUOVI ALLIEVI

Video Promo: https://www.youtube.com/watch?v=hR4aSSwxYdI

Orgogliosa dei nuovi obiettivi raggiunti attraverso la partnership con importantissimi Enti certificatori e Università italiane e straniere, la Darec Academy prosegue le selezioni per l’accesso all’Accademia di Formazione Professionale al Musical.

Grazie agli accordi con queste nuove e autorevoli istituzioni, l’offerta formativa proposta dall’Accademia diventa ancora più appetibile per quei giovani che aspirano a lavorare nel mondo dello spettacolo dal vivo, dando un valore aggiunto alla formazione dei propri allievi.

L’incontro tra DAREC ACADEMY E UNIVERSITY OF WEST LONDON 

LA DAREC ACADEMY E IL MUSICAL

consentirà agli allievi di intraprendere un percorso di studi con esame finale sul CANTO MUSIC THEATRE.

La partnership tra DAREC ACADEMY E RSL – AWARDING THE CONTEMPORARY ARTS permetterà agli allievi di approcciarsi a qualsiasi disciplina a scelta, con particolare attenzione al PAA – PERFORMANCE ARTS AWARDS.

Le suddette partnership consentiranno agli allievi di ottenere  CERTIFICAZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO RICONOSCIUTE DALLA COMUNITA’ EUROPEA

Grazie all’accordo con UNIARES – E _CAMPUS UNIVERSITA

LA DAREC ACADEMY E IL MUSICAL

gli allievi potranno conseguire la Laurea in Letteratura, Musica e Spettacolo indirizzo Artistico Audiovisivo e dello Spettacolo e accedere a questo e altri corsi con un SCONTO ESCLUSIVO.

I prossimi provini si terranno su PRENOTAZIONE il 5 e il 15 ottobre presso la sede della DAREC ACADEMY, Via Lucio Elio Seiano, 21 (Zona Tuscolana – Metro A – Giulio Agricola).

Per prenotare la tua audizione clicca qui e compila il form:

https://www.darec-academy.it/audizioni/

Il comitato direttivo offre l’opportunità di ottenere borse di studio.

Per tutte le informazioni sull’Accademia, visita il sito https://www.darec-academy.it/ 

Darec Academy

Via Lucio Elio Seiano, 21 (Zona Tuscolana – Metro A – Giulio Agricola)

06.71049953

3453448882

info@darec-academy.it

Ufficio Stampa

Flaminio Boni

flaminioboni@gmail.com

 

WILLY, IL CORAGGIO DEL…“NUOVO”

WILLY, IL CORAGGIO DEL…“NUOVO”

 

By Martina Servidio

Quando sono stata incaricata dal direttore del giornale di scrivere un articolo riguardante l’inaugurazione di una nuova attività commerciale ho subito pensato: “bene, me la cavo con un semplice Comunicato Stampa”

No, non è stato così banale perché, così come deve procedere un giornalista, ci si deve prima informare sul personaggio di riferimento di cui parlare, delle sue esperienze professionali e delle sue motivazioni.

Willy, una vita trascorsa in compagnia della musica ma non solo; moda, pubbliche relazioni, eventi e talent scout di giovani promesse che hanno poi consolidato la loro vita artistica.

Il nostro giornale ha già intervistato Willy e realizzato il servizio giornalistico:

https://www.lamacinamagazine.it/willy-la-nostra-intervista/ che ho letto con interesse e che mi ha dato l’opportunità di conoscerlo meglio.

Sono ben note le sue fattive collaborazioni con importanti agenzie pubblicitarie e di casting ma ora…tutto il settore è ormai fermo da 1 anno.

Arrendersi? Vivere di speranze? Tentare di organizzare eventi on line?

No, questa specifica area artistica e culturale esige lo svolgimento “in presenza”; qualunque altra artificiosa esecuzione snatura il reale valore dell’impegno organizzativo ed impedisce – nella realtà – di rendere un servizio professionale.

Ciò in aggiunta alle disposizioni governative anti Covid.

Pur mantenendo sempre vivo il rapporto con il suo mondo che lo ha visto figura apprezzata e di successo, ed in attesa di ritornare a “calcare le scene”, Willy si è riproposto in una nuova attività e senza dubbio mostrando coraggio sia come uomo che come imprenditore.

Si, coraggio, lo stesso coraggio che mostra uno scrittore – anche se ben conosciuto – quando pubblica un nuovo libro; in quel momento egli si sottopone nuovamente alla critica del pubblico.

E Willy è pronto ad affrontare questo nuovo capitolo del libro della sua vita.

Lunedi 15 febbraio 2021, infatti, sarà inaugurata a Montalto di Castro la nuova attività “Punto Gelo” creata da Willy.

 

Willy, cosa ti ha spinto a rivolgerti a questa nuovo progetto che appare ben lontano dalla tradizione artistica che ha costellato la tua vita?

“Beh, devo dire che ne abbiamo parlato a lungo con un mio amico la cui impresa ha subito rallentamenti dalle imposizioni del Covid 19; abbiamo però voluto porre la massima attenzione a non creare turbative commerciali nella nostra comunità. E nata così l’idea di aprire questa attività, che forse mancava, e specializzata in prodotti surgelati, ed aggiungo di qualità e “non banali”; è inoltre arricchita di prodotti tipici ed anche di una buona enoteca. Abbiamo anche predisposto il servizio a domicilio”.

Ciò significa che hai abbandonato l’universo che ti ha dato tante soddisfazioni ed altrettante ne ha date ai tuoi fans?

“Non abbandonerò mai e poi mai il mondo dello spettacolo perché è tutto ciò in cui credo e a cui ho dedicato tutta la mia vita. Mi hanno regalato emozioni, soddisfazioni e commozione le tante persone che hanno sempre creduto in me e io non le abbandonerò mai… Attendiamo solo che questo momento passi e poi si riparte con tanta energia, volontà e metteremo in campo le tantissime novità che ho già in preparazione”

Ringraziamo Willy per averci dato l’opportunità di conversare insieme e, nell’augurargli in bocca al lupo, vi invitiamo il 15 febbraio all’inaugurazione di “Punto Gelo”, la sua nuova coraggiosa iniziativa.

A presto Willy, grazie.

Martina

I NEGRAMARO E “PRIMO CONTATTO” IN STREAMING

 

 

By Martina Servidio

I Negramaro, la famosa e amata band che abbiamo già avuto modo di presentare con il nostro precedente articolo:

https://www.lamacinamagazine.it/negramaro-amore-che-torni-tour-indoor/

sono I Negramaro i primi artisti in Italia ad annunciare lo svolgimento di uno speciale concerto in streaming che sarà in diretta, in esclusiva, su LIVENow venerdì 19 marzo alle ore 21,00

Lo show in streaming, dal titolo “Primo Contatto”, sarà un evento complementare a quello dal vivo e permetterà ai fan di assistere ad un’esibizione speciale, unica nel suo genere.

Il concerto sarà trasmesso su LIVENow in diretta dalla prestigiosa location “La Lanterna Rome” che ospiterà – per la prima volta – un grande spettacolo dal vivo.

I biglietti saranno in vendita a partire dal 9 febbraio alle ore 11:00 al prezzo di € 10,90 su LIVENow, su Ticketmaster-Vivaticket-Ticketone e a € 5,35 su Ticketmaster-Vivaticket-Ticketone in Bundel con il biglietto del “Contatto Tour 2021” (acquisto unico).

Gli iscritti alla piattaforma My Live Nation https://www.livenation.it/ potranno accedere alla “presale” dal 8 febbraio ore 10,00 per 24 ore.

Tutte le info sono disponibili sui canali ufficiali di LIVENow  (LIVENow (live-now.com)

Primo Contatto è il decimo album della loro prestigiosa carriera artistica costellata da Dischi di Diamante e Dischi Multiplatino; è la prima band italiana ad aver suonato allo Stadio San Siro e all’Arena di Verona e con collaborazioni internazionali di tutto riguardo tra cui quelle con OneRepublic e Dolores O’Riordan.

I NEGRAMARO E “PRIMO CONTATTO”

LIVENow è una piattaforma per eventi live che fornisce soluzioni pay-per-view flessibili e fa vivere agli spettatori l’esperienza e l’emozione degli eventi dal vivo in modalità nuova ed entusiasmante.

E’ una rete di distribuzione in forte crescita di editori digitali, canali di social media e società telefoniche ed offre soluzione di marketing per i brand che vogliono fidelizzare nuovi clienti e/o associare il proprio rinomato marchio a contenuti di intrattenimento.

Ogni evento di LIVENow è reso memorabile dal punto di vista scenografico e la piattaforma è riuscita a portare in dimensione streaming artisti di fama internazionale del calibro di Dua Lipa e i Gorillaz.

UFFICIO STAMPA PER LIVENow:

WordsForYou press@wordsforyou.it

Valentina Ferrara / Beatrice Mannelli beatrice.mannelli@wordsforyou.it

PH tratte da Web ad uso non commerciale