“Gran Galà in TV”: “Premio eccellenza allo scrittore Andrea Giostra

By Martina Servidio

“Gran Galà in TV”“Premio eccellenza siciliana per la letteratura” allo scrittore palermitano Andrea Giostra

Al “Gran Galà in TV” di venerdì 13 agosto 2021 a Torregrotta (ME), organizzato da “Telespazio Messina 611”, evento siciliano annuale che premia le eccellenze nei diversi campi delle arti, delle scienze e dello spettacolo, la padrona di casa della manifestazione, Giusi Venuti, presentatrice della serata e brillante artista poliedrica, ha premiato lo scrittore palermitano Andrea Giostra per le “Novelle brevi di Sicilia” con la seguente motivazione: «Per avere narrato e descritto una terra piena di contraddizioni ma anche di immensa vitalità attraverso le “Novelle brevi di Sicilia”».

 Il libricino di brevissimi racconti siciliani ambientati nei nostri giorni, nelle prime 3 edizioni di 14 racconti, si legge online e si può scaricare il pdf gratuitamente da diversi portali facili da trovare su Internet. La IV edizione, anno 2020, delle “Novelle brevi di Sicilia” si compone invece di 18 racconti (di cui 4 nuovi scritti durante il lock down 2020) ed è stata pubblicata da diverse case editrici che hanno acquisito i diritti di pubblicazione non esclusiva dell’opera.

Le Novelle sono inoltre state recitate da 25 artisti, attrici e attori, che hanno letto questi piccolissime novelle siciliane che il lettore può ascoltare in oltre 100 interpretazioni trovandole facilmente su YouTube e su Facebook Watch. A seguire i link per ascoltare le oltre 100 recite realizzate da 25 artisti italiani.

da YouTube: Audio-letture di oltre 100 interpretazioni delle “Novelle bevi di Sicilia”:

https://www.youtube.com/playlist?list=PLwBvbICCL565YQcCwPimBAFTcrgrKP0Zk

da Facebook Watch: Audio-letture di oltre 100 interpretazioni delle “Novelle bevi di Sicilia”:

https://www.facebook.com/watch/124219894392445/434295254615223

Questa a seguire è l’intervista del 3 maggio scorso fatta da Giusy Venuti ad Andrea Giostra proprio sulle “Novelle brevi di Sicilia”:

da YouTube: Giusy Venuti di “Telespazio Messina 611” intervista Andrea Giostra | Lunedì 03 maggio 2021:

https://youtu.be/udPJVQ-aEhs

da Facebook Watch: Giusy Venuti di “Telespazio Messina 611” intervista Andrea Giostra | Lunedì 03 maggio 2021:

https://fb.watch/5rflk0PHOm/

A condurre la serata è stata la versatile Giusy Venuti, conduttrice, attrice, cantante, donna di indiscusse capacità artistiche che ha saputo dare all’evento un tocco di qualità ed eleganza in più. «Il Premio è un modo – ha dichiarato Giusy Venuti – per esaltare coloro che, con le attività svolte, hanno portato alto il nome della Sicilia, ma non solo. Non abbiamo voluto che il Premio riguardasse solamente le eccellenze siciliane, ma è stato assegnato anche a personalità delle varie arti e scienze, che hanno avuto una certa risonanza a livello nazionale e internazionale».

L’evento è stato organizzato dall’associazione RTM – Radio Televisione Messinese RTM, titolare del canale televisivo Telespazio, è sarà mandato in differita venerdì 21 agosto alle ore 21 sul canale 611 del digitale terrestre e per gli italiani all’estero in Canada e in America sulla piattaforma Cibor TV.

La manifestazione ha avuto luogo venerdì 13 agosto a Torregrotta con inizio alle 21.30 in piazza Unità d’Italia della ridente cittadina messinese che si trova a poco più di 4 chilometri da Milazzo.

Diverse le personalità premiate durante la serata: l’attore Italo americano Vincent Riotta, lo storico musicista dei Dik Dik Roberto Carlotto, l’attore e regista Tony Gangitano, il chitarrista Renato Villari, il Giudice Angelo Giorgianni, la pittrice Concetta De Pasquale, i comici Rocco Barbaro e Carlo Kaneba, gli scrittori Dott. Andrea Giostra Sebastiano Arcoraci, il cantautore Rosario Venuti, organizzatori al livello internazionale i fratelli Piero e Natale Campisi, il regista Salvo Grasso, l’ideatore della guida “Sicilia da gustare” Carmelo Pagano, il vocalist Yanez, l’attore Turi Giuffrida, gli oculisti Dott. Antonino Rizzotti, Dott. Silvio Zagari e il Dott. Marco Zagari, l’eccellenza infermieristica con Antonino Trino, gli Atmosfera Blu, il musicista Peppe Russo, l’attore e regista Tony Morgan, il Dj Tony Renda, il cantante Angelo Mauro, le attrici Elena Maccagnano, Rosemary Calderone e Marilena Piu, la giornalista Carmen Di Per, il Giornale on-line Oggi Milazzo, alcuni conduttori radiofonici come Nuccia La Cara e Peppe Rizzo.

TELESPAZIO MESSINA 611 | PAGINE UFFICIALI DELL’EMITTENTE TELEVISIVA:

https://www.telespazionotizie.it/

https://www.facebook.com/telespazio611

redazione@telespazionotizie.it

+39 090 991 2473

Giusy Venuti

https://www.facebook.com/giusy.venuti.9

 

ACCADEMIA DELLE SCIENZE VATICANE

By Martina Servidio

ACCADEMIA DELLE SCIENZE VATICANE               Ha fatto il suo ingresso nella prestigiosa Accademia delle Scienze un altro Premio Nobel:

Jennifer Anne Doudna, una donna, una scienziata, una docente di Chimica, è stata insignita del prestigioso riconoscimento mondiale ed è quindi entrata a far parte dell’Istituzione vaticana fondata nel 1603

Il Santo Padre, così come stabilito dall’antico regolamento, è l’unico a poter esercitare il diritto di nomina ed ha scelto la professoressa Jennifer Anne Doudna che è Docente dell’University of California a Berkeley negli Stati Uniti d’America.

ACCADEMIA DELLE SCIENZE VATICANEE’ una nomina di importante risonanza inserire la Dott.ssa Jennifer Anne Doudna nel consesso dei membri ordinari della Pontificia Accademia delle Scienze considerando che detta Istituzione vaticana racchiude tutti gli ambiti della scienza pura e ne sollecita la ricerca ed il progresso.

La Dottoressa Doudna  è nata il 19 febbraio del 1964 a Washington ed ha compiuto gli studi di Chimica presso il Pomona College a Claremont, specializzandosi in Biochimica alla Harvard Medical School a Cambridge; ha poi proseguito gli studi presso l’University of Colorado a Boulder ed è, al momento, docente di Chimica Molecolare all’University of California a Berkeley.

Il Premio Nobel per la Chimica le è stato riconosciuto nel 2020 per aver sviluppato il metodo di editing genomico CRISPR-Cas9 che rappresenta uno dei massimi traguardi nel campo dell’ingegneria genetica; esso consiste nel poter “sezionare” con assoluta precisione le sequenze di DNA ricavate da animali, da piante e da microrganismi contribuendo così ad aprire nuove strade per la cura e la guarigione da molte malattie.

Il Premio Nobel attribuito alla Dott.ssa Doudna è stato meritatamente condiviso con la collega e scienziata francese docente in Biologia, Microbiologia, Biochimica e Genetica, la Dott.ssa Emmanuel Charpentier

ACCADEMIA DELLE SCIENZE VATICANEla quale è stata nominata – anch’essa – Membro della Pontificia Accademia da Papa Francesco.

Sua Santità ha quindi nominato in questi primi giorni di agosto ben 3 donne scienziato iniziando con la scienziata canadese, Donna Theo Strickland

ACCADEMIA DELLE SCIENZE VATICANE docente di Fisica ottica presso il Department of Physics and Astronomy dell’Università di Waterloo.

Ricordo che a luglio 2020 anche il nostro Premier, Mario Draghi, fu nominato Membro ordinario della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali.

http://www.pass.va/content/scienzesociali/it/academicians/ordinary.html

MAX PEZZALI; 90 LIVE IN TOUR

By Martina Servidio

La Tournèe dell’estate 2021 che ripercorre con un inedito Show i più grandi successi degli 883 

Si aggiunge una nuova data al  Max 90 Live, il tour prodotto e distribuito da Vivo Concerti che ripercorre i grandi successi degli anni novanta di Max Pezzali.

La tournée toccherà infatti anche Caserta (Real Belvedere di San Leucio) il 15 settembre 2021.
Attraverso un viaggio musicale che vuole far rivivere emozioni e storie che soltanto il
cantautore ha saputo raccontare così bene nei primi 4 album degli 883, Max Pezzali porta in scena degli spettacoli che avranno come protagonisti assoluti gli anni ’90, con l’impianto scenico e le canzoni che hanno segnato un’epoca raccontata dallo stesso Pezzali nel libro “Max 90. La mia storia. I miti e le emozioni di un decennio fighissimo”.
I biglietti della data di Caserta (15 settembre) saranno disponibili online dal 9 agosto ore
15:00 e nei punti vendita autorizzati dal 14 agosto ore 15:00.
Per informazioni: www.vivoconcerti.com

CALENDARIO DATE AGGIORNATO:

Mercoledì 11 agosto 2021 | Anzio (RM) @Stadio del Baseball
Giovedì 12 agosto 2021 | Anzio (RM) @Stadio del Baseball

Sabato 14 agosto 2021 | Lecce @Piazza Libertini – Oversound Music Festival
Lunedì 16 agosto 2021 | Roccella Jonica (RC) @Teatro al Castello
Martedì 17 agosto 2021 | Roccella Jonica (RC) @Teatro al Castello
Giovedì 19 agosto 2021 | Follonica (GR) @Parco Centrale
Venerdì 20 agosto 2021 | Follonica (GR) @Parco Centrale
Lunedì 23 agosto 2021 | Forte dei Marmi (LU) @Villa Bertelli
Sabato 28 agosto 2021 I Taranto @Rotonda del Lungomare
Lunedì 30 agosto 2021 | Mantova @Palazzo Te – Mantova Live
Mercoledì 01 settembre 2021 | Vercelli @ Piazza dell’antico ospedale – “Metti una sera a Vercelli”
Venerdì 03 settembre 2021 | Cattolica (RN) @Arena della Regina
Sabato 04 settembre 2021 | Cattolica (RN) @Arena della Regina
Domenica 05 settembre 2021 | Viterbo @ Prato Giardino
Martedì 07 settembre 2021 | Catania @Villa Bellini
Mercoledì 08 settembre 2021 | Catania @Villa Bellini
Sabato 11 settembre 2021 | Vicenza @Piazza dei Signori
Martedì 14 settembre 2021 I Lanciano (CH) @Villa Parco delle Rose
Mercoledì 15 Settembre 2021 | Caserta @Real Belvedere di San Leucio NEW
Sabato 18 settembre 2021 | Fossano (CN) @Piazza degli Acaja
Domenica 19 settembre 2021 | Fossano (CN) @Piazza degli Acaja

Il 15 e 16 luglio 2022 Max Pezzali sarà il protagonista di San Siro Canta Max, il grande evento che lo vedrà per la prima volta sul palco dello Stadio San Siro (data zero prevista per il 10 luglio 2022 a Bibione)

SEGUI MAX PEZZALI SU:

https://maxpezzali.lnk.to/iqc

https://www.youtube.com/channel/UCgednYguYgGbuK_kGp6QCbA
https://www.facebook.com/maxpezzaliofficial/
https://www.instagram.com/maxpezzali/?hl=it

MPS: LA BATTAGLIA E’ AGLI INIZI

By Martina Servidio

MPS: LA BATTAGLIA E’ AGLI INIZI“…Banca dal 1472”, è questo l’importante, fondamentale e tranquillizzante messaggio che trasmette il logo del Monte Paschi di Siena.

Per Siena e la sua provincia e, direi, per la Toscana tutta, ha costituito da sempre il perno per lo sviluppo economico e commerciale insieme ai flussi turistici che hanno riconosciuto l’immenso valore artistico che racchiude la Toscana.

Per decenni e decenni il MPS ha operato in sinergia o per meglio dire in accordo con le varie espressioni della sinistra risolvendo, al bisogno, non solo i problemi locali ma anche quelli nazionali.

Ne è un esempio l’avvenuta acquisizione di Banca 121 seguita poi dall’acquisizione di Antonveneta.

Quest’ultima operazione, definita una incomprensibile follia economica da parte dei maggiori esperti finanziari, ha determinato l’inizio del tracollo per l’istituto bancario senese.

L’ultima operazione di salvataggio di MPS prevedeva che lo Stato facesse da traghettatore e risolutore della vendita a privati della banca senese nel caso questa non potesse più essere in grado di operare con le proprie risorse.

Ed è proprio questo che sta avvenendo; MPS è ormai un gigante privo di forze, di idee, di programmi e di risorse economiche e Unicredit ha prima dichiarato e poi posto in essere gli strumenti per l’acquisizione dell’istituto toscano.

Ma non è solo il delicato aspetto finanziario a togliere il sonno a molti ma esistono due altri problemi primari e cioè la tutela dei posti di lavoro poiché il passaggio di proprietà non garantirebbe quantomeno 5.500 dipendenti in esubero e 150 sportelli; l’altro è invece rappresentato dalle infauste ricadute sull’intero territorio che perderebbe definitivamente le tutele che erano  garantite dalla presenza capillare di MPS.

Il sindaco di Siena, Luigi De Mossi, preoccupato per il futuro che si sta delineando, ha dichiarato che “la città non sarà supina di fronte a qualsiasi decisione sul destino della banca”

Ed aggiunge inoltre:

“Gli uomini e le donne MPS hanno fatto grande questa città e hanno diritto di non essere rottamati. La politica ora risponda visto che ci ha messo già le mani stabilendo prima l’acquisizione di Banca 121 e poi di Antonveneta. Ora ci rimetta di nuovo le mani per restituire dignità e futuro a questa banca. No alla macelleria sociale, si dia modo a questa banca, o con una fusione o con una ricapitalizzazione, di poter vivere”.  

Come interverrà concretamente il Governo?

MPS: LA BATTAGLIA E’ AGLI INIZI

Ricordiamo che, proprio a Siena, in occasione delle prossime elezioni amministrative di ottobre, si voterà anche per le elezioni suppletive che dovranno eleggere il nuovo parlamentare alla Camera.

Per il Pd si presenterà l’attuale segretario Enrico Letta che ha già anticipato che quella elezione rappresenterà anche una forma di referendum sul suo ruolo alla guida dei DEM e che, nel caso non venisse eletto, egli si farebbe da parte.

La destra non è rimasta passiva di fronte al problema MPS  e Giorgia Meloni, Presidente di  Fratelli d’Italia, ha inviato questa comunicazione al Corriere della Sera:

“Gentile Direttore, la probabile acquisizione a prezzi di saldo di Monte dei Paschi di Siena da parte di Unicredit, il cui attuale presidente è lo stesso Pier Carlo Padoan del Pd che da ministro del Tesoro tanto si occupò delle sorti di Mps, è solo l’ennesima conferma del vergognoso modus operandi della sinistra italiana che usa lo Stato per opache manovre finanziarie e per proprio tornaconto politico e personale.

Nel 2017 Padoan salvò Mps coi soldi dei contribuenti italiani, operazione costata oltre 5 miliardi, si fece quindi eleggere l’anno successivo parlamentare a Siena, ma per non farsi mancare nulla, ora da presidente di UniCredit è pronto al colpaccio: acquisire la banca senese a condizioni molto vantaggiose, da lui stesso create in qualità di ministro e con la norma DTA inserita nella legge di Bilancio dal suo sodale, l’allora ministro Gualtieri, ora candidato a sindaco di Roma.

L’attuale segretario del Pd, Enrico Letta, non vuole restare escluso dal banchetto e annuncia la sua candidatura nel collegio di Siena, proprio mentre le sorti della banca sono di nuovo ostaggio delle decisioni del governo di cui il Pd ha una buona dose di ministri politici e tecnici. I conflitti di interessi tra Pd e finanza sono dannosi per le banche e fatali per i contribuenti come hanno dimostrato le vicende di questi anni. Oggi Unicredit di Padoan acquisisce solo la parte attiva del Monte dei Paschi di Siena mentre le passività e i contenziosi restano al Mef, e cioè a noi cittadini.

Crediti deteriorati e debiti ereditati da decenni di gestione clientelare targata Pd vengono per l’ennesima volta scaricati sui cittadini, così come i risarcimenti miliardari per le cause legali, per non parlare dei cosiddetti «esuberi», cioè di migliaia di lavoratori che dovranno abbandonare l’istituto. Passano i governi, ma le ricette del Pd per le crisi bancarie no: privatizzare i profitti e scaricare sui contribuenti le perdite.

Stavolta è il capitolo di Unicredit con MPS con un conto per lo Stato di altri potenziali 10 miliardi oltre quelli già corrisposti. Gli speculatori finanziari ringraziano e la mangiatoia della sinistra si allarga.

Fratelli d’Italia darà battaglia in ogni sede contro questo scandalo a partire dal Parlamento: chiediamo ancora una volta e con determinazione al governo e al ministro dell’Economia, Daniele Franco, di riferire tempestivamente sul tema in Aula.

L’esecutivo ha già incredibilmente respinto questa richiesta avanzata da FdI, dimostrando ancora una volta che per questa maggioranza la democrazia parlamentare vale solo quando si tratta di creare governi nei laboratori del Palazzo, umiliando la volontà dei cittadini.

Ma non quando l’esecutivo deve rispondere del suo operato davanti ai rappresentanti del popolo.”

Anche il leader della Lega, Matteo Salvini, non si è fatto attendere nell’esprimere con fermezza il suo punto di vista con una serie di comunicati i cui concetti sono:

“Non accetteremo nessuna svendita: Per noi ogni posto di lavoro è sacro come ogni sportello della gloriosa Banca che deve sopravvivere ai disastri del PD. Non accetteremo che, con denaro pubblico, si facciano favori ai privati”

Tuttavia il Ministro dell’Economia, Daniele Franco, nel corso dell’audizione in Commissione Finanze, ha in realtà “aperto” alla cessione di MPS a Unicredit ed ha affermato che: “Non si intravedono al momento rischi di smembramento, Non sarà una svendita di una proprietà statale, Sarà una soluzione strategicamente superiore per l’interesse del paese, Con l’operazione con Unicredit non vi sono al momento elementi che facciano intravedere rischi di smembramento”

 Si preannuncia un agosto bollente in relazione alla trattativa in atto tra il MEF (che detiene il 64% di MPS) e Unicredit per stabilire quali parti di MPS andranno a Unicredit che ha già sinteticamente annunciato:

  • la sua indisponibilità ad accollarsi i costi dell’operazione;
  • non si accollerà i crediti deteriorati;
  • non subentrerà nelle azioni legali attualmente in essere contro MPS;
  • non assorbirà tutti i dipendenti MPS

Si potrebbe dire che Unicredit gradirebbe acquisire una “GOLD COMPANY” lasciando allo stato, cioè ai cittadini, la “BAD COMPANY”

Settembre è alle porte e…la battaglia è agli inizi.