VASCO E MARRACASH PER SAVE THE CHILDREN

VASCO E MARRACASH PER SAVE THE CHILDREN

By Martina Servidio

VASCO E MARRACASH PER SAVE THE CHILDREN

  • Solo da 4 mesi è uscito l’album “Siamo qui” e la omonima hit;
  • Oggi è uscito il singolo di primavera: VASCO, “LA PIOGGIA ALLA DOMENICA”, interpretato insieme a MARRACASH i cui proventi sono devoluti a Save the Children;
  • Mancano meno di 2 mesi dalla partenza del Tour che apre la stagione dei concerti in Italia;

e possiamo ora annunciare le date previste e che si aprirà con il mega evento a Trento che vedrà la presenza di 120.000 spettatori

VASCO così commenta: “Mi piace Marracash, – scrive Vasco sui suoi social – “è nato ai tempi del rap ma ha la penna del cantautore. Quando mi ha chiesto di campionare Gli Angeli per un brano del suo nuovo album, ho trovato molto interessante il suo lavoro e da lì è nata l’idea di affidargli “La pioggia alla domenica”. Ne è venuta fuori una autentica contaminazione con un senso artistico: Marra ha centrato perfettamente lo spirito ironico e frustrato della canzone, con un suo testo originale e coerente.

Di rimando Marracash “Ho sempre ritenuto Vasco uno dei più grandi poeti del ‘900, uno che ha insegnato a tutti a scrivere canzoni tridimensionali e per questo è il mio personale autore preferito di sempre.”

E’ vero Marracash, VASCO è il gigante e genio musicale.

I due artisti hanno deciso di devolvere i proventi del singolo a Save the Children, l’Organizzazione che da oltre 100 anni lotta per salvare le bambine e i bambini a rischio e garantire loro un futuro.

Questo singolo è dedicato ai bambini coinvolti nella guerra in Ucraina.

Save the Children, che opera nel paese dal 2014, sta distribuendo aiuti ai bambini tuttora intrappolati nel Paese e che stanno rischiando la loro vita e sta supportando coloro che sono fuggiti nei paesi limitrofi e che hanno bisogno di protezione e di beni di prima necessità.

Complimenti ai 2 artisti.

VASCO E MARRACASH PER SAVE THE CHILDREN

 VASCO LIVE 2022

La primavera è alle porte, cadono dal 1 maggio tutte le restrizioni e, finalmente dopo 2 anni di fermo, Vasco Rossi si prepara alla ripartenza dei concerti che daranno il via alla stagione dei grandi live in Italia.

Non sta più nella pelle, non vede l’ora di riabbracciare il suo pubblico e, il suo pubblico, è ansioso e non aspetta altro che un suo concerto.

VASCO LIVE ’22 sarà un tour lungo, 11 date in tutta Italia, da nord a sud al centro. Tutte sold out:

  • le date riprogrammate al 2022 – cioè quelle relative ai Festival del 2020 – con biglietti validi tuttora per MILANO (Ippodromo Milano Trenno), IMOLA (Autodromo Enzo e Dino Ferrari), FIRENZE (Visarno Arena), ROMA (Circo Massimo) con i 2 concerti consecutivi
  • le date aggiunte negli Stadi – annunciate nello scorso ottobre 2021 – ed esaurite in pochi giorni a NAPOLI (Stadio Diego Armando Maradona), MESSINA (Stadio San Filippo), BARI (Stadio San Nicola) ANCONA (Stadio del Conero), TORINO (Stadio Olimpico). Per il debutto a Trento (Trentino Music Arena) mancano ancora pochissimi tagliandi.

La scaletta è al momento coperta da“un frizzante”top secret  ma conterrà sicuramente delle belle sorprese; le nuove canzoni dell’ultimo album “Siamo qui” e alcune rivisitazioni di piccoli ed immortali gioielli del passato.

Cosa dire? Lo spettacolo rock più potente ed emozionante sta arrivando,

VASCO LIVE 22

LE DATE:

20 maggio – Trento (Trentino Musica Arena)

24 maggio – Milano (Ippodromo Milano Trenno)

28 maggio – Imola (Autodromo Enzo e Dino Ferrari)

3 giugno – Firenze (Visarno Arena)

7 giugno – Napoli (Stadio Diego Armando Maradona)

11 e 12 giugno – Roma (Circo Massimo)

17 giugno – Messina (Stadio San Filippo)

22 giugno – Bari (Stadio San Nicola)

26 giugno – Ancona (Stadio del Conero)

30 giugno – Torino (Stadio Olimpico)

Pre-save: https://vascorossi.lnk.to/lpad

VASCO E MARRACASH PER SAVE THE CHILDRENhttps://www.livenation.it/vasco

Copyright (C) 2022 Press Office. All rights reserved.
Press Office

via Pietrasanta, 14

Milan, Mi 20141

Italy

 

 

SOPRAVVIVERE AI FIGLI? UNA COSA DA RIDERE

SOPRAVVIVERE AI FIGLI? UNA COSA DA RIDERE

By Martina Servidio

SOPRAVVIVERE AI FIGLI? UNA COSA DA RIDERE

Reduci dalla seconda stagione del Comedy Show LoL – Chi Ride è Fuori e dopo il successo del tour d’esordio A-Live! Perché Sopravvivere ai Figli è una Cosa da Ridere! che ha registrato il tutto esaurito nel 2019, THE POZZOLI’S FAMILY annunciano le date primaverili del tour LA GRANDE FUGA prodotto da Vivo Concerti e Show Reel Factory in partenza il 5 maggio.

Gli spettacoli toccheranno molte città del Nord e porteranno il duo a Como (Teatro Sociale, 5 maggio), Varese (Teatro di Varese, 12 maggio), Bologna (Teatro Celebrazioni – 20 maggio), Milano (Teatro Nazionale, 21 maggio), Brescia (Teatro Morato – 25 maggio), Trento (Auditorium Santa Chiara, 29 maggio) e Belluno (Teatro Comunale  – 30 maggio).

I social network e gli spettacoli teatrali li hanno già consacrati tra i più importanti family influencer in Italia; THE POZZOLI’S FAMILY, che sono nella reale vita quotidiana Alice Mangione (moglie) e Gianmarco Pozzoli (marito) insieme ai due figli Giosuè e Olivia, raccontano la loro vita quotidiana e trattano tematiche correlate al mondo della genitorialità con un tono assolutamente veritiero, ironico, quasi irriverente e decisamente lontano dagli stucchevoli stereotipi della “famiglia perfetta”.

Conosciamo meglio Gianmarco Pozzoli che inizia la sua carriera come comico assieme a Gianluca De Angelis a fine ‘90 ed insieme formano i Sagapò. Il duo appare in vari programmi televisivi come ConvenscionZelig OffZelig CircusPaperissima SprintColorado e Geppi Hour; tra il 2010 e il 2012 il duo diviene un trio grazie alla new entry Marta Zoboli. Inoltre Pozzoli appare da solo nel programma Scorie. Oltre alla carriera da comico Pozzoli ne porta avanti anche una da attore teatrale e cinematografico: esordisce infatti nel mondo del cinema con il film Tutti gli uomini del deficiente e interpreta due serie televisive: Un passo dal cielo e Talent High School – Il sogno di Sofia. Ritorna nel mondo del cinema ed interpreta i due film Benvenuti al Nord e Mi rifaccio vivo. Gianmarco è anche pittore, illustratore e fumettista.

Nel 2016, con la moglie Alice Mangione fonda The Pozzolis Family, un progetto editoriale social che racconta, con brevi video comici, la vita della propria famiglia, affrontando le tematiche relative alla genitorialità vista e vissuta nel nostro tempo.

Alice Mangione debutta sul piccolo schermo nel programma Mai dire Martedì in onda su Italia1 all’età di soli 22 anni e prende poi parte al film Oggi Sposi e alla commedia Un fidanzato per mia moglie; è una apprezzata YouTuber e nel suo canale interpreta il ruolo, spassoso, di Alyce Make Up.

Biglietti in vendita su www.vivoconcerti.com.

UFFICIO STAMPA VIVO CONCERTI

Teresa Brancia – teresa.brancia@wordsforyou.it

Matilde Scoglio – matilde.scoglio@wordsforyou.it

press@vivoconcerti.com

Per info:

VIVO CONCERTI

www.vivoconcerti.com

Mail to: info@vivoconcerti.com

Tel: +39.02.30515020

 

 

 

SWIFT, QUESTO TERMINE MISTERIOSO

SWIFT, QUESTO TERMINE MISTERIOSO

Ma ora non è più ignoto alla maggior parte di noi perché è prepotentemente balzato agli onori della cronaca da appena 4 giorni, solo da quando è iniziato l’ingresso delle truppe Russe nel territorio dell’Ucraina.

Il termine SWIFT si è diffuso con una velocità impressionante poiché questo sistema di comunicazione interbancaria mondiale, e trasferimento di valuta, è una parte consistente del pacchetto di sanzioni che la quasi totalità degli Stati hanno contemplato nei confronti della Russia.

SWIFT, QUESTO TERMINE MISTERIOSO

Espellendo la Russia dal circuito SWIFT si impediscono, di fatto, le transazioni economiche da e verso la Russia; si ingessa la possibilità di effettuare operazioni monetarie necessarie per la sua economia.

Fino al 1980 circa le banche comunicavano tra loro, in tutto il mondo, attraverso i tradizionali servizi postali quali lettere e telegrammi oppure mediante le telescriventi o telex che in pratica erano 2 apparecchiature collegate via radio tali che, quanto scriveva il primo telex, veniva stampato immediatamente dall’altro.

In ogni caso ciò non era immediatamente operativo poiché il messaggio e/o la disposizione doveva essere tradotta sia nel linguaggio locale che nella applicazione contabile.

Era indubbiamente difficoltoso effettuare una operazione bancaria tra una banca (ad esempio) cinese ed altra banca ubicata nel resto del mondo.

Per non parlare dei ritardi nel recapito della corrispondenza, degli errori ortografici e di traduzione, dei tentativi di mettere un telex in comunicazione con l’altro, delle cadute della linea…

Tutto ciò si traduceva in disguidi, errori ai quali dover porre rimedio, ritardi insostenibili delle transazioni internazionali che andavano anche ad influire sulle comunicazioni, spesso altalenanti, del valore delle valute nelle Borse mondiali.

Ed ecco che è apparso Internet e le banche hanno sfruttato questa meraviglia ed hanno realizzato, tra di loro, una rete di comunicazione specifica su cui hanno poggiato il Sistema SWIFT (Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunications)

Questo Sistema SWIFT si è dotato di una standardizzazione dei vari tipi di messaggi che sono univoci per tutti nei quali basta inserire solo le parti “variabili” quali l’ importo, il mittente, il destinatario, il motivo del pagamento e la modalità di pagamento.

Il gioco è fatto; in tempo pressochè reale la disposizione raggiunge il destinatario.

Essere escluso dal Sistema SWIFT significa, per lo Stato che lo subisce, essere isolato economicamente dal resto del mondo non avendo più la possibilità di compiere transazioni finanziarie, commerciali o anche personali e private.

Certamente l’esclusione dal Sistema SWIFT è una sanzione possente ma è un’arma a doppio taglio per cui deve essere opportunamente calibrata nei minimi dettagli e limiti fermo restando che le conseguenze, per chi la subisce, sono pesantissime.

Ci auguriamo che il buon senso, la diplomazia, la volontà di dialogo per giungere ad un accordo onorevole e dignitoso che rispetti l’essere umano prevalga sui missili e sui cannoni.

PH free foto https://jooinn.com/internet.html (Stuart Miles)

IL CATAMARANO VOLA A 110

By Martina Servidio

Sabato 12 febbraio 2022 ore 21,00 il Teatro Nastri di Subiaco ospiterà la replica n. 110 dello spettacolo “Il Catamarano”

Il monologo, scritto da Gabriele Mazzucco

IL CATAMARANO VOLA A 110che è autore anche di altri prestigiosi successi quali ”La storia di mezzo”, “Ciancicagnocchi”, “M’iscrivo ai terroristi”, “Angie”…  è magistralmente interpretato da Andrea Alesio.

IL CATAMARANO VOLA A 110

E’ uno spettacolo brioso che sa creare profondi, assoluti e riflessivi momenti di silenzio in sala e momenti di gioiosa allegria per le sue battute che non sono mai scontate o banali.

Su tutto lo spettacolo aleggia la meravigliosa figura del nonno sempre vivo nel cuore di Andrea e suo costante punto di riferimento.

Questa la sinossi:

il giovane Andrea è un ragazzo come tanti che coltiva il grande sogno di diventare attore. E’ lui a raccontare la sua storia corale in prima persona, unico interlocutore, seppure assente per tutta la scena, è suo nonno Angelo Mario.
Tra le varie figure che Andrea Alesio interpreta emerge l’improbabile Peppe er monnezzaro e il giovane regista naif che si crede proiettato verso l’immancabile successo grazie alla sua versione contemporanea e un po’ strampalata dell’opera “Il Catamarano”.

IL CATAMARANO VOLA A 110

Ed è proprio “Il Catamarano” a rappresentare il legame che unisce le esistenze di nonno e nipote e di tutto ciò che ruota intorno a loro.

Lo spettacolo ha all’attivo ben 109 repliche in tutta Italia e la prossima rappresentazione in calendario il 12 febbraio 2022 ore 21,00 al Teatro Narzi di Subiaco segnerà un altro invidiabile traguardo.

Andrea, 40 anni, abruzzese con un grande amore per Napoli e la napoletanità, arriva a Roma, da Ortona, giovanissimo, per completare gli studi universitari alla Sapienza
(Scienze economiche per la cooperazione internazionale e lo sviluppo) per poi
proseguire il percorso con uno stage.

Dopo gli studi e le prime importanti esperienze di attore, arriva l’incontro con l’autore e regista Gabriele Mazzucco con cui Andrea Alesio collabora da ormai 10 anni.

IL CATAMARANO VOLA A 110IL CATAMARANO VOLA A 110

“Il Catamarano” ha ricevuto – tra le altre –  la segnalazione e la menzione di merito da parte di Giulio Baffi, Presidente Associazione Nazionale Critici di Teatro (ANCT)

IL CATAMARANO VOLA A 110

Buona visione