RAI 2 CELEBRA “STRAVINSKY’S LOVE”

RAI 2 CELEBRA “STRAVINSKY’S LOVE”

By Martina Servidio

RAI 2 CELEBRA “STRAVINSKY’S LOVE”

Rai 2 celebra Igor Stravinsky (1882-1971) nel 50° anniversario della sua morte con STRAVINSKY’S LOVE un programma di Domenicantonio Minasi e Stefano Cacciagrano in collaborazione con Paola Rosmini, con la regia di Giovanni Caccamo e con la direzione artistica di Daniele Cipriani.

L’evento è prodotto dalla Fondazione Teatro Carlo Felice in collaborazione con DANIELE CIPRIANI ENTERTAINMENT.

E’ uno spettacolo incentrato sull’amore del compositore russo per la danza, arte che dichiarò sempre di prediligere sopra ogni altra; sarà condotto da Veronica Maya ed andrà in onda il 20 luglio in seconda serata, dal Nervi Music Ballet Festival.

Veronica Maya sarà accompagnata da personaggi della cultura quali Giovanni Allevi, Paolo Mieli, Dario Salvatori e Silvana Giacobini, che racconteranno “il loro Stravinsky”.

Dai Parchi di Nervi (Genova), complesso naturalistico storicamente legato alla danza, Veronica Maya racconta la figura di Stravinsky, attraverso un viaggio dell’anima, da San Pietroburgo a Parigi e Napoli, dalle Alpi svizzere a New York parlando di musica, di amore e moda, dei suoi rapporti con personaggi come Serghei Diaghilev, Pablo Picasso e Coco Chanel con la quale il grande pittore visse una breve ma intensa passione.

La Maya parlerà anche dell’infinito amore che il compositore nutriva per l’Italia, che visitò molto spesso, tanto da decidere di essere sepolto a Venezia.

Veronica parlerà dell’amore di Stravinsky per la danza attraverso le esibizioni e le storie dei musicisti e dei ballerini dello spettacolo Stravinsky’s Love di Daniele Cipriani.

Tra gli artisti vedremo l’ex-stella del Bolshoi, Vladimir Derevianko

RAI 2 CELEBRA “STRAVINSKY’S LOVE” che con il suo inconfondibile accento russo impersona Stravinsky e Beatrice Rana che è una delle più apprezzate pianiste sulla scena musicale internazionale odierna.

Davide Dato dell’Opera di Vienna, Jacopo Bellussi e Alessandro Frola dello Hamburg Ballet e Sergio Bernal il “Roberto Bolle del Flamenco” saranno le stelle italiane della Danza che brillano sui palcoscenici all’estero.

RAI 2 CELEBRA “STRAVINSKY’S LOVE”Una segnalazione di merito è rivolta al Sovrintendente Claudio Orazi del Teatro Carlo Felice di Genova, la cui Fondazione ha fortemente voluto il progetto stravinskiano, al compositore e direttore d’orchestra Marcello Panni che conobbe personalmente Stravinsky, al musicologo Gastón Fournier-Facio che ci porterà tra le note che danzano sugli spartiti del compositore, alla costumista Anna Biagiotti la quale, per l’occasione, ha riprodotto modelli disegnati da Léon Bakst, Alexandre Benois e dal grande Pablo Picasso.

Con Stravinsky’s Love i telespettatori avranno un assaggio dei celebri balletti di Stravinsky, alcuni nelle coreografie originali, altre in nuove versioni

Assisteremo alle rappresentazioni di Petrushka (cor. Fokine), a L’Uccello di fuoco (cor. Goecke), a Pulcinella (coreografato e interpretato da Simone Repele e Sasha Riva), a La Sagra della primavera (prima italiana della coreografia di Uwe Scholz, interpretata da Davide Dato), a Histoire du Soldat (in un’originale versione “flamenco” creata per Stravinsky’s Love e interpretata da Sergio Bernal e Ashley Bouder del New York City Ballet), ed ancora a Peter and Igor, una nuova creazione di John Neumeier dedicata all’amore musicale tra Igor Stravinsky e Pyotr Ciaikovsky.

I tasti del pianoforte che accompagna l’esibizione danzeranno sotto le dita di Beatrice Rana e Massimo Spada

RAI 2 CELEBRA “STRAVINSKY’S LOVE”mentre le corde di un pregiato Stradivari vibreranno sotto l’arco della violinista Simone Lamsma.

Direttore della fotografia è Marco Lucarelli. Sullo schermo scorreranno anche immagini di repertorio provenienti dall’archivio della Fondazione Igor Stravinsky di cui è presidente la nipote del grande musicista, Marie Stravinsky.

Ufficio Stampa Daniele Cipriani Entertainment

Simonetta Allder

ufficiostampa@danielecipriani.it

339 7523505

Ufficio Stampa Teatro Carlo Felice

Nicoletta Tassan Solet

tassansolet@carlofelice.it

348 6418066

PH ufficio Stampa Daniele Cipriani Entertainment & Orselli

Buona visione, Martina Servidio

 

STRAVINSKY’S LOVE

STRAVINSKY’S LOVE

By Martina Servidio

Daniele Cipriani è il curatore della nuova produzione realizzata insieme alla Fondazione Carlo Felice di Genova per il Nervi Music Ballet Festival 2021 e con il patrocinio della Fondazione Igor Stravinsky di Ginevra.

Abbiamo già anticipato il Nervi Music Ballet Festival 2021 (vedi articolo https://www.lamacinamagazine.it/nervi-music-ballet-festival-2021/) nell’ambito del quale Daniele Cipriani Entertainment ci presenta lo spettacolo di balletto e musica dal vivo ed interpretato dai grandi virtuosi della danza e della musica.

Viene così celebrato il grande musicista russo Igor Stravinsky

STRAVINSKY’S LOVE(1882-1971) nel 50° anniversario della sua morte ed è incentrato sull’amore del compositore russo per la danza.

La serata comprenderà anche un nuovo balletto di John Neumeier.

In prima assoluta l’8 luglio al Nervi Music Ballet Festival 2021, STRAVINSKY’S LOVE verrà presentato il 10 luglio al Ravenna Festival (Rocca Brancaleone). L’anteprima, prevista per il 6 luglio, sarà rappresentata all’Auditorium Parco della Musica Roma (Cavea) per l’inaugurazione della stagione estiva dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia.

Spiccano nel cast Beatrice Rana

STRAVINSKY’S LOVE

STRAVINSKY’S LOVE

una delle più apprezzate pianiste sulla scena musicale internazionale odierna, e la violinista olandese Simone Lamsma STRAVINSKY’S LOVEche suona il prezioso Stradivari “Mlynarski” del 1718.

 

Completa il cast musicale un secondo pianista, Massimo Spada. Per i balletti Apollo e Uccello di Fuoco ascolteremo invece incisioni storiche dirette dallo stesso Stravinsky.

Nei panni di Igor Stravinsky ritorna in scena di Vladimir Derevianko

STRAVINSKY’S LOVE già primo ballerino del Bolshoi di Mosca e, in seguito, étoile internazionale, che, con accenti russi, rievocherà momenti della sua vita, ricordi e aneddoti, molti dei quali legati al periodo dei Ballets Russes in cui ritroviamo personaggi del calibro di Picasso e Diaghilev, Nijinsky e Balanchine.

Derevianko/Stravinsky suonerà alcuni passaggi al pianoforte esibendosi in passi di danza ed introdurrà i brani della serata.

Altre stelle danzeranno sul palcoscenico; il bailaor spagnolo Sergio BernalAshley Bouder del New York City Ballet, Davide Dato dall’Opera di Vienna, il duo Simone Repele e Sasha Riva da Ballet du Grande Théâtre de Genève. Per alcuni balletti vedremo coreografie storiche mentre per altri ammireremo creazioni più recenti in prima italiana.

STRAVINSKY’S LOVESTRAVINSKY’S LOVE

STRAVINSKY’S LOVERoma, Nervi e Ravenna sono impazienti di vedere Jacopo Bellussi e Alessandro Frola dello Hamburg Ballet in un nuovo balletto firmato dal coreografo americano John Neumeier su Divertimento, brano per violino e pianoforte tratto da Le baiser de la fée, il balletto composto da Stravinsky in omaggio a Ciaikovsky.

STRAVINSKY’S LOVENel programma figurano brani tratti da: Histoire du soldat (danze create appositamente da Bernal che ne è anche l’interprete accanto alla Bouder); Apollo (il passo a due di Apollo e Tersicore tratto dalla coreografia originale di George Balanchine con interpreti Bouder e Bernal; L’uccello di fuoco di Marco Goecke con interpreti Riva e Repele, Pulcinella coreografato e danzato da Riva e Repele.

Per La Sagra della primavera è stata scelta la versione di Uwe Scholz rappresentata per la prima volta in Italia ed interpretata da Dato.

La coreografia è stata ricostruita da Giovanni di Palma, il ballerino italiano per il quale il balletto era stato creato.

I Danzatori della Compagnia Daniele Cipriani sono gli interpreti di alcuni brani di Petrushka – Mattia Tortora (Petrushka), Susanna Elviretti (la Ballerina) – nella coreografia storica di Fokine. Il ruolo del Prestigiatore, che alla prima nel 1911 fu del leggendario ballerino e maestro di ballo Enrico Cecchetti, sarà interpretato da Derevianko.

La sceneggiatura di STRAVINSKY’S LOVE è firmato dal giornalista e autore Vittorio Sabadin e si basa su scritti del compositore stesso. La consulenza musicale è del musicologo Gastón Fournier-Facio e la consulenza per la regia è di Annamaria Bruzzese.

Ai costumi verrà posta una speciale attenzione da parte di Anna Biagiotti; il costume di Pulcinella, indossato da Riva nel balletto omonimo, è stato ricreato dal disegno originale di Pablo Picasso così come lo sono stati i costumi di quattro altri personaggi che sfileranno in palcoscenico. I costumi di Petrushka sono ricreazioni dai bozzetti originali di Benois ed apparirà, inoltre, il fiammante Uccello di Fuoco disegnato da Bakst per il balletto originale di Fokine.

Lo spettacolo sarà il cuore di una produzione in format televisivo che andrà in onda il 20 luglio su RAI2 in seconda serata.  Dai Parchi di Nervi e dal Teatro Carlo Felice di Genova l’attrice Alessandra Martines, che ha avuto anche un’importante carriera come ballerina classica, racconterà attraverso immagini, aneddoti e interviste, la storia di amore tra Stravinsky e la danza.

Nel concedere a STRAVINSKY’S LOVE il patrocinio della Fondazione Stravinsky di cui è la presidente, la bisnipote del compositore Madame Marie Stravinsky ha rilasciato la seguente dichiarazione: “In considerazione della passione di Igor Stravinsky per il balletto, i cui allestimenti, prodotti da Serge de Diaghilev a Parigi, hanno contribuito notevolmente alla nascita di alcune delle opere musicali più straordinarie – tra cui L’uccello di fuoco (1910), Petrushka (1911) e La sagra della primavera (1913) – volendo incoraggiare la programmazione STRAVINSKY’S LOVE di Daniele Cipriani in cui narrazione, danza e musica onorano la musica di Stravinsky con il talento degli artisti riuniti in piccoli ensemble, abbiamo concesso a questa notevole iniziativa di programmazione il patrocinio della Fondazione per le prime rappresentazioni pubbliche recentemente autorizzate che, da giugno a ottobre 2021, compiranno uno splendido viaggio musicale in un’Italia tanto amata dal compositore. “

“Il patrocinio della Fondazione Stravinsky di Ginevra è stato un importante riconoscimento”, commenta Daniele Cipriani“così come è un onore poter presentare, per la prima volta in Italia, il nuovissimo balletto di John Neumeier creato per il 50° anniversario della morte di Stravinsky. Non solo le pagine stravinskiane del Divertimento verranno suonate dal vivo da due superlative virtuose come Beatrice Rana e Simone Lamsma, ma a danzarle saranno due ballerini italiani di riconosciuto talento – Jacopo Bellussi e Alessandro Frola – sui quali Neumeier ha creato la sua coreografia.” Aggiunge inoltre Daniele Cipriani: “Ho voluto che accanto a stelle come Bouder e Bernal, nel cast fosse presente un nutrito contingente di ballerini italiani che danzano in compagnie all’estero. In questo momento l’Italia ha degli straordinari talenti in giro per il mondo – oltre ai succitati Bellussi e Frola, anche Davide Dato e il duo Simone Repele e Sasha Riva –  dobbiamo conoscerli ed esserne orgogliosi.”

Ringraziamo per il supporto fotografico l’Ufficio Stampa Daniele Cipriani Entertainment nella persona di Simonetta Allder ufficiostampa@danielecipriani.it

339 7523505

 

 

THE BEST OF LES ÉTOILES

THE BEST OF LES ÉTOILES

THE BEST OF LES ÉTOILES

By Martina Servidio

Daniele Cipriani Entertainment ed il suo Staff ci entusiasmano ancora una volta dopo questo sconcertante periodo di blocco delle attività coreutiche.

Quante scuole di Danza avranno la forza, anche economica, di affacciarsi di nuovo nelle sale e sui palcoscenici? Mi auguro che la fiducia in un migliore futuro non si sia assopita; in bocca al lupo a tutti i direttori/direttrici, docenti, coreografi, danzatori/danzatrici e a tutti coloro che vivono di Danza

Daniele Cipriani Entertainment, riconosciuta dal Ministero per la Cultura, leader in Italia nella produzione di spettacoli di danza e apripista di tutte le innovazioni, anche ardite, che lo hanno visto precursore di progetti innovativi entra a pieno titolo da oggi > 31 maggio 2021< nella piattaforma ITsART, “nuovo sipario digitale per il teatro, la musica, il cinema, la danza e ogni forma d’arte”.

L’iniziativa viene salutata con vivo entusiasmo in quanto sulla piattaforma ITsART sarà disponibile on-demand anche “The Best of Les Étoiles” speciale a cura di Daniele Cipriani che presenta un bouquet dei momenti più celebri ed emozionanti di Les Étoiles, il prestigioso gala di balletto che da molti anni brilla nel panorama teatrale italiano e che ritornerà il 30 e 31 gennaio 2022 all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Dopo tutti questi lunghi mesi, troppi e forse difficilmente comprensibili considerando la totale disponibilità ed attuazione dei protocolli sanitari da parte delle scuole di danza, potremo avere sempre a disposizione una scintillante cascata di stelle in un ricco programma di virtuosismi “in volo e sulle punte” tratti principalmente dal repertorio classico.

Potremo soddisfare il nostro desiderio di bellezza assistendo a “The Best of Les Étoiles” disponibile su ITsART e vedremo danzare la ballerina simbolo del famoso gala, l’argentina Marianela Nuñez, insieme al russo Vadim Muntagirov (entrambi provengono dal Royal Ballet di Londra) ne La Bella Addormentata (passo a due, 3° atto) e Le Corsaire (passo a due, 2° atto).

THE BEST OF LES ÉTOILESLa etoile russa Tatiana Melnik (Balletto Nazionale Ungherese) e il kazako volante Bakhtiyar Adamzhan (Teatro dell’Opera di Astana) li possiamo ammirare in Diana e Atteone (passo a due) per poi essere catturati dai virtuosismi della bellissima coppia formata dalla russa Alena Kovaleva (Teatro Bolshoi di Mosca) e la stella italiana della compagnia moscovita, Jacopo Tissi, in un passo a due da Raymonda.

THE BEST OF LES ÉTOILES

Le stelle russe Liudmila Konovalova (Balletto dell’Opera di Vienna) e Vladimir Shklyarov (Teatro Mariinsky di San Pietroburgo) con una tecnica raffinatissima interpretano Il lago dei cigni (passo a due del Cigno Nero, 3° atto).

L’ucraina Iana Salenko (Balletto dell’Opera di Berlino) e il coreano Kimin Kim (Teatro Mariinsky di San Pietroburgo) ci fanno ammirare i loro virtuosismi in La Bayadère (passo a due, 3° atto).

Non mancano la coppia cubana Yanela Piñera (Queensland Ballet, Australia) e Luis Valle (Ballet Nice Méditerranée) in Don Chisciotte (passo a due, 3° atto)

THE BEST OF LES ÉTOILES

Ma non finisce qui: dopo un breve video con la regia di Maxim Derevianko dedicato al maestro della moda italiana Roberto Capucci che ha disegnato due costumi per Les Étoiles, si vedranno danzare l’ormai carismatico danzatore spagnolo Sergio Bernal

THE BEST OF LES ÉTOILES(già Balletto Nazionale Spagnolo) in un rovente e trascinante brano iberico, Zapateado e il coreano

Young Gyu Choi THE BEST OF LES ÉTOILES(Balletto Nazionale Olandese), misteriosa divinità danzante, ne L’idolo d’oro (assolo tratto da La Bayadère, 2° atto).

Entrambi indossano i magnifici ed esclusivi costumi realizzati dal Maestro Capucci per Les Étoiles.

Per accedere al mondo di ITsART non occorre abbonamento. I contenuti saranno fruibili da pc, smartphone e tablet tramite i principali browser all’indirizzo www.itsart.tv e tramite App disponibile sulle Smart Tv abilitate.

I contenuti a pagamento di ITsART sono acquistabili singolarmente su ITsART e la piattaforma dal 31 maggio sarà disponibile in Italia e UK, successivamente accessibile anche dagli altri paesi.

Ed ora ammiriamo il trailer di “THE BEST OF LES ÉTOILES” visibile su YouTube seguendo questo link: https://www.youtube.com/watch?v=Hp7gm7FLUOg&feature=youtu.be

Ufficio Stampa Daniele Cipriani Entertainment 

Simonetta Allder

E-mail: ufficiostampa@danielecipriani.it

Foto e video Ufficio Stampa Daniele Cipriani Entertainment che ringraziamo

 

ELEONORA ABBAGNATO TORNA IN SCENA

ELEONORA ABBAGNATO TORNA IN SCENA

ELEONORA ABBAGNATO TORNA IN SCENA

by Martina Servidio

Nel balletto 4 stagioni – Là dove il cuore ti porta di Giuliano Peparini

 Il debutto a Bologna venerdì 9 ottobre alle 20.30 e sabato 10 ottobre alle 15.30 e alle 21

Nel segno della grande danza registriamo il ritorno della Stagione 2020 al Teatro Comunale di Bologna dopo la pausa dovuta all’emergenza sanitaria.

Mentre al PalaDozza si prosegue con la lirica e la sinfonica, riavviate da settembre, il teatro bolognese si prepara ad accogliere venerdì 9 ottobre alle 20.30 e sabato 10 ottobre alle 15.30 e alle 21 il primo spettacolo di danza dell’anno nella Sala Bibiena, ulteriormente ripensata rispetto ai concerti proposti la scorsa estate, alla luce delle più recenti norme di sicurezza.

Si tratta del balletto in un atto 4 stagioni – Là dove il cuore ti porta, scritto e diretto dal regista e coreografo Giuliano Peparini,

ELEONORA ABBAGNATO TORNA IN SCENA

che vede protagonista l’étoile dell’Opéra de Paris e direttrice del Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma Eleonora Abbagnato, al suo debutto in questa produzione di Daniele Cipriani Entertainment e dal Teatro Comunale.

ELEONORA ABBAGNATO TORNA IN SCENA

Eleonora Abbagnato sarà affiancata dal primo ballerino cubano Javier Rojas Hernández

ELEONORA ABBAGNATO TORNA IN SCENA

ELEONORA ABBAGNATO TORNA IN SCENA

con cui aveva già danzato la scorsa estate a Taormina nello spettacolo Love, sempre di Giuliano Peparini, per raccontare in coppia le “stagioni” dell’amore sulle note registrate delle celebri Quattro stagioni di Antonio Vivaldi e della Sonata in fa minore K. 466 di Domenico Scarlatti.

Accanto a loro danzerà un corpo di ballo molto eclettico formato da ben 18 ballerini/e.

Lo spettacolo arriva per la prima volta a Bologna in una versione ripensata rispetto a quella rappresentata al Circo Massimo e all’Opera di Roma dalla quale però conserva l’allestimento con le scene di Andrea Miglio dove la presenza del divano diventa elemento centrale come simbolo della convivenza della coppia così come la voyeuristica finestra che pare uscita da un quadro di Hopper.

I costumi sono di Anna Biagiotti ad eccezione di quelli indossati per l’occasione da Eleonora Abbagnato che sono creati da Maria Grazia Chiuri per Dior.

I video sono curati da Edmondo Angelelli e Giuliano Peparini il quale ha firmato anche le luci in collaborazione con Alessandro Caso.

Si tratta di un lavoro che Peparini non esita a definire «una celebrazione dell’amore in tutte le sue varianti e sfaccettature» e che è stato pensato in ossequio alle molte regole imposte dalla pandemia dato che – come dice il regista e coreografo nelle note di sala dello spettacolo – «il contatto tra i danzatori non è permesso e i passi a due sono condizionati dall’uso dei dispositivi di protezione, ma è vero che i corpi possono raccontare molto anche da soli. Ne è nato un balletto contemporaneo nel senso letterale del termine: ovvero calato nella nostra nuova contemporaneità, in una condizione che ci stiamo abituando a considerare normale». Del resto uno dei temi ricorrenti di 4 Stagioni – Là dove il cuore ti porta è, appunto, lo spazio: la spazio metafisico tra la coppia e quello fisico del palcoscenico che ha sempre affascinato il coreografo, formatosi anche alla scuola di Jacques Lecocq, promulgatore del teatro fisico.

Eleonora Abbagnato, che è stata tra le prime ballerine a lanciare, meritoriamente, nei mesi di pausa dalle attività, la campagna “Uniti, più che mai” e a realizzare il corto “Ripartiamo!” a sostegno degli artisti e dei danzatori in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria, ha ricordato ciò nel programma di sala dello spettacolo e che questo titolo era già stato pensato da Peparini prima che scoppiasse la pandemia e che 4 Stagioni avrebbe dovuto essere una creazione per lei: «Quando si è trattato di riprendere le attività con il Corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma che dirigo – dice l’étoile – in una situazione incerta che cambiava continuamente, ho chiesto a Peparini di montare quel balletto per i miei ballerini. Lo ha fatto in sole due settimane e mezzo, Le quattro stagioni è andato in scena con grande successo al Circo Massimo di Roma la scorsa estate e ora, ricreato per me com’era previsto all’inizio e per un nuovo cast di ballerini, debutta come nuova versione proprio a Bologna, al Teatro Comunale. È la prima tappa di un tour italiano che ci porterà anche a Parigi».

Nei passi a due che attraversano le quattro stagioni si passa dai primi sguardi che si incrociano con pudore (la Primavera), ai fuochi della passione (l’Estate) e al loro progressivo spegnimento (l’Autunno), fino ad arrivare al gelo della noia (l’Inverno), nella speranza di una nuova fioritura e di un rinnovarsi dei sentimenti.

Illumia è main partner della Stagione di Danza 2020 del Teatro Comunale di Bologna.

4 Stagioni – Là dove il cuore ti porta di Giuliano Peparini è proposto in sostituzione del balletto Lucrezia Borgia, originariamente previsto per il 4 e 5 marzo e poi il 25 e 27 settembre.

Per l’ingresso a questo evento restano quindi validi gli abbonamenti alla Stagione di Danza 2020 e i biglietti già acquistati per il balletto Lucrezia Borgia. I possessori di un titolo d’ingresso verranno contattati direttamente dal Teatro Comunale di Bologna per informazioni sull’accesso in sala.

I biglietti per la recita del 9 ottobre sono già esauriti. Eventuali biglietti disponibili per le due recite del 10 ottobre sono stati messi in vendita dal martedì 6 ottobre: i posti singoli potranno essere acquistati sia online su www.tcbo.it sia presso la biglietteria dell’Auditorium Manzoni (dal martedì al venerdì dalle 12.00 alle 18.00 e il sabato dalle 11.00 alle 15.00), mentre l’acquisto di posti “congiunti” potrà avvenire esclusivamente presso la biglietteria dell’Auditorium Manzoni firmando l’autodichiarazione.

Una menzione particolare a Eleonora Abbagnato, a Giuliano Peparini e Daniele Cipriani Entertainment per la passione dimostrata nel portare in scena il balletto pur in presenza dei molti ostacoli dovuti all’emergenza sanitaria.

Annunciamo inoltre che il balletto4 stagioni – Là dove il cuore ti porta” sarà portato in scena anche al Teatro Petruzzelli di Bari dal 20 al 23 novembre.

Grazie

ELEONORA ABBAGNATO TORNA IN SCENA

Simonetta Allder

Ufficio Stampa

Daniele Cipriani Entertainment

Cell. 339 7523505

Ufficio Stampa – Skill & Music
Irene Sala – Carla Monni
Fondazione Teatro Comunale di Bologna
Largo Respighi, 1 – 40126 Bologna
T. +39 051 529947
M. +39 342 1087225
e-mail: ufficiostampa@comunalebologna.it
www.tcbo.it

PH Yasuko Kageyama e Teatro Comunale di Bologna