Nuovo atto di violenza sulle donne a Roma

Croce Rossa

Croce Rossa

Un nuovo atto di violenza sulle donne a Roma, a farne le spese una giovane di 29 anni aggredita con una spranga in strada ieri mattina alle ore 5.00 a La Storta, non distante dalla caserma dei carabinieri.

La donna stava andando come ogni mattina al lavoro quando l’uomo, trentasettenne del Ghana e senza fissa dimora, è sbucato da dietro i cassonetti e ha ripetutamente colpito la vittima con una spranga di ferro. Fortunatamente la ragazza è stata trasportata in ospedale e sembra essere fuori pericolo, anche se ha una prognosi di ben 15 giorni per le percosse subite.

Il racconto dei testimoni

Carabinieri

Carabinieri

Le grida della donna hanno subito destato l’allarme tra i pochi passanti e tra i carabinieri che sono repentinamente intervenuti per fermare il ghanese. Secondo quanto riportato dalle forze dell’ordine l’aggressore era conosciuto in zona, ma non aveva mai raggiunto livelli di pericolosità tali da renderne necessaria la reclusione.

Sale la tensione nella capitale e specialmente nel quartiere, dove la presenza di extracomunitari senza dimora, che eccedono nel bere e a volte anche in atti di violenza, iniziano a essere mal graditi dai cittadini romani ormai esausti, pressati dalle innumerevoli tasse e alla mercè di rom e stranieri che vengono letteralmente abbandonati in strada e di cui né il comune, né il governo si preoccupano.

Immigrazione e problematiche

Diverse problematiche sono infatti legate all’immigrazione, ormai massiccia a causa delle guerre che investono il Nord Africa e il Medio Oriente, a cui l’ONU non riesce a far fronte nonostante un fabbisogno reale e una condizione ormai disumana sia per quanto riguarda la miriade di profughi in esodo verso l’Europa, sia per coloro che sono rimasti nei territori colpiti dalla guerra, i quali ormai vivono in condizioni non più degne di un essere umano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.