Mutui Inps: ecco come ottenerli

Non tutti sanno che c’è la possibilità di richiedere mutui Inps, purché si tratti di acquisto di immobili per uso abitativo, e non di lusso, come prima casa. I cittadini che ne fanno richiesta possono anche trasferire il proprio mutuo prima casa dall’istituto di credito all’Inps, potendo contare su tassi agevolati che vengono incontro alle esigenze del lavoratore. In questa guida spiegheremo come ottenere e richiedere i mutui Inps.

Il mutuo può essere richiesto da tutti gli iscritti alla Gestione Unitaria delle Prestazioni Creditizie e Sociali dell’Inpdap, cioè dai dipendenti pubblici a tempo indeterminato e dai pensionati del settore che versano da almeno tre anni i contributi alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali e ai loro familiari.

Mutui Inps: importo e durata

mutui inps

mutui inps

I mutui Inps possono arrivare a un importo di 300.000 euro purché questo non superi il 100% del valore dell’immobile. La durata varia dai 5 ai 30 anni e il tasso può essere sia fisso che variabile, a seconda della scelta del lavoratore. Il tasso fisso è del 3,75% mentre quello variabile parte dal 3,5% e seguirà gli anni successivi il tasso Euribor, ad oggi molto competitivo in quanto se la situazione economica non dovesse cambiare il tasso del mutuo sarebbe inferiore all’1%, il migliore presente sul mercato finanziario, e per questa ragione assolutamente da non lasciarsi sfuggire se si ha bisogno di acquistare un immobile per se stessi o per il proprio figlio, o figlia, che si sposa.

Come richiedere i mutui Inps

mutui inps

mutui inps

Il mutuo Inps si richiede direttamente online dal sito dell’ente di previdenza utilizzando i servizi telematici. Per presentarla occorre prima richiedere, qualora non lo si possegga, il Pin dispositivo, che può essere richiesto direttamente online trasformando il Pin ordinario in dispositivo e allegando i documenti richiesti. Una volta ottenuto il Pin dispositivo si ha infatti accesso alle richieste telematiche e si può compilare la domanda per la richiesta del mutuo.

Questa si può presentare dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre di ogni anno. Per essere accettata non si deve essere proprietari di un’altra abitazione nel territorio nazionale e rispettare le condizioni descritte all’inizio.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.