Il F.C. Garbatella quest’anno fa sul serio

La Garbatella è uno dei quartieri periferici più belli e caratteristici della Capitale. Negli ultimi anni questa zona di Roma sud sta vivendo un periodo incredibile di riqualificazione, sia architettonica che urbanistica, che la sta portando sempre più agli onori della cronaca. Ma la Garbatella non è solo architettura e sana romanità: grazie alla squadra dilettantistica del F.C. Garbatella sta diventando sempre più importante anche da un punto di vista calcistico.

Cambio di panchina sul F.C. Garbatella

Subito importanti novità in casa F.C. Garbatella. L’anno scorso sedeva sulla panchina della squadra Franco Pagliarini, sostituito quest’anno da Giuseppe Felici. La notizia è freschissima, di qualche giorno fa appena. Con questo cambio la società ha voluto dare un segnale forte per partire bene fin da subito nel campionato di Promozione.

Non solo: la dirigenza si è mossa sul mercato anche per quanto riguarda il parco giocatori acquisendo Mario Scafati, ex attaccante della Giov. Hel. Roma e della Castelnuovese. Il nome è di quelli che solleticano gli orecchi dei tifosi: basti pensare che Scafati, lo scorso anno, è riuscito a vincere la classifica cannonieri del girone B del campionato di Promozione segnando ben 23 reti.

GarbatellaQuest’anno, dunque, il F.C. Garbatella fa sul serio. A sottolineare come la società si stia muovendo (bene) in molti aspetti, ecco ad esempio il cambio di campo deciso dal presidente Daniele Giovannoni. A partire da questa stagione, il F.C. Garbatella disputerà tutte le partite sul campo Fuso di Ciampino. Rispetto al campionato scorso, la squadra potrà gareggiare e allenarsi finalmente sullo stesso campo da gioco. Un vantaggio non indifferente e assolutamente da non sottovalutare, soprattutto a livello dilettantistico.

La società, i calciatori e la dirigenza vogliono cambiare registro ed elevare il livello calcistico espresso l’anno scorso. La salvezza è stata raggiunta, forse con qualche patema d’animo di troppo per chi era partito con ben altre ambizioni. Da quest’anno però, la musica sembra proprio destinata a cambiare: così come il quartiere sta subendo un’evoluzione (e una rivalutazione) forse insperata, allo stesso modo anche la squadra si sta elevando sempre di più. Sempre più in alto.

Dicevamo all’inizio che la Garbatella è uno dei quartieri più caratteristici di Roma e ciò è sostanzialmente vero. Da qualche tempo a questa parte, dunque, la Garbatella non è più solo sinonimo di tratttorie con tovaglie a quadri, di tifosi dell’A.S. Roma e di dialetto romanesco: essa è anche sinonimo di un sano e verace calcio dilettantistico.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.