GIORNATA MONDIALE DEI NONNI E DEGLI ANZIANI

By Martina Servidio

GIORNATA MONDIALE DEI NONNI E DEGLI ANZIANIBeh, possiamo certamente affermare che i nonni rivestono un ruolo preminente all’interno della famiglia e della società tanto è che sono festeggiati ben 2 volte all’anno.

Alla tradizionale ricorrenza laica istituita con Legge 159 del 31 luglio 2005 che stabilisce il 2 ottobre quale festa dei nonni “per celebrare l’importanza del ruolo svolto dai nonni all’interno delle famiglie e della società” si affianca la ricorrenza religiosa del 25 luglio per la prima giornata mondiale dei Nonni e degli Anziani annunciata da Sua Santità.

Il 25 luglio è la festa dei Santi Gioacchino e Anna, i genitori di Maria e nonni di Gesù; il 2 ottobre in concomitanza con la ricorrenza laica, è il giorno in cui la Chiesa celebra i Santi Angeli Custodi perché questa celebrazione è stata pensata come momento d’incontro e riconoscenza per i nonni, angeli custodi dell’infanzia.

Quasi tutti gli Stati del mondo hanno la loro festa dei nonni che si celebra nelle date variamente stabilite, unica piacevole eccezione è la Francia che celebra in date differenti e singolarmente, la festa dei nonni (ottobre) e la festa delle nonne (marzo).

Forse per rafforzare il concetto del ruolo determinante, qualora fosse necessario sottolinearlo, svolto dai nonni?

GIORNATA MONDIALE DEI NONNI E DEGLI ANZIANIEssi esercitano un ruolo insostituibile nello sviluppo dei loro nipoti; trasmettono loro sani principi morali, la memoria storica della famiglia e della nazione, valori e radici che consentono ai giovani di capire chi sono e come sono inseriti nel più generale contesto sociale.

E’ un dialogo intergenerazionale ed i nonni sono forse il punto di aggregazione della famiglia poiché molto spesso i genitori, a causa della vita frenetica cui sono sottoposti, non riescono a trasmettere compiutamente questo messaggio ai figli.

“Io sono con te tutti i giorni” è il tema scelto da Papa Francesco per la giornata del 25 luglio ed è il rassicurante messaggio che il nonno sussurra al nipote.

“Ti sono vicino, sono sempre con te” è il messaggio che il nipote dona al nonno per farlo sentire meno solo in questo lungo periodo durante il quale la pandemia ha rarefatto i contatti per tutelare le persone più fragili.

Il rapporto nonno – nipote è contraddistinto dal sentimento di tenerezza, dalla voglia di trasmettere ed ascoltare reciprocamente; può sembrare strano, in considerazione della notevole differenza di età, ma c’è la voglia di crescere insieme.

Non tutti i giovani, purtroppo, possono godere della presenza dei nonni e del loro sostegno, i nonni conoscono bene i limiti del loro ruolo; non si sostituiscono nell’educazione alla primaria figura dei genitori, li affiancano al bisogno e, con la loro saggezza ed esperienza arricchiscono la vita dei nipoti.

I nipoti trovano nei nonni figure familiari su cui poter contare, trovare consolazione e comprensione.

GIORNATA MONDIALE DEI NONNI E DEGLI ANZIANIIl linguaggio dei fiori coniuga alla figura dei nonni il delicato “non ti scordar di me” dall’intenso colore azzurro. Si racconta che il succo estratto dal fiore faccia diventare forti e tale è la condizione di un nonno temprato dalla vita. La ricorrenza legata a questo fiore è appunto la Festa dei nonni e fu il Presidente Jimmy Carter ad istituire nel 1978 questa ricorrenza e con essa il fiore ufficiale; questo fiore è utilizzato anche per simboleggiare categorie di persone deboli o svantaggiate

Grazie, Martina

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.