Civismo Politico di Stefano Rolando

Stefano Rolando presenta a Milano il 24 ottobre alle 19.30, presso il Laboratorio Formentini per l’editoria, Civismo politico. Percorsi, conquiste, limiti. Parteciperanno per l’occasione l’ex direttore del Corriere della Sera, Ferruccio De Bortoli, il sindaco Giuliano Pisapia, e il rettore della Statale di Milano, Gianluca Vago.

Il libro prende in esame quella che è ormai la crisi dei partiti e della politica in generale, che ciò nonostante non ha disinteressato numerosi cittadini italiani verso l’amore per la polis, ovvero la cosa pubblica, lo stato in cui ci si rappresenta.

L’esperienza di Stefano Rolando

stefano rolandoL’intero lavoro di Stefano Rolando fa il punto della situazione su questa crisi, prendendo in esame come i singoli cittadini possano partecipare attivamente per il bene del proprio Paese, senza nascondersi dietro la protesta, sia telematica che di piazza, che ha caratterizzato il Paese negli ultimi anni.

Il libro è quindi uno strumento propositivo, che esamina anche la partecipazione dei cittadini italiani alla politica, spiegando quali modi esistono, nel sistema attuale per interessarsi della cosa pubblica senza essere un politico di professione, ma soltanto qualcuno che ha a cuore le sorti della società in cui vive. Non escludendo comunque anche l’atto di candidatura politica, cosa che spesso non viene presa in considerazione ma che può rappresentare una nuova via per la politica italiana.

Stefano Rolando è docente di Comunicazione pubblica e politica ed è stato manager in ambito istituzionale, Rai e in Olivetti. Da alcuni anni si è concentrato sul laboratorio del civismo politico spiegando come si può essere attivi dal punto di vista politico senza essere legato ad alcun partito, ma stabilendo con essi un dialogo e una critica costruttiva.

Per ulteriori informazioni si può contattare l’ufficio stampa:

Antonio Cavallaro
Ufficio stampa
Cell. 327 4792173
Tel. 0968 6664275
e-mail: antonio.cavallaro@rubbettino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.