Primario e Turismo: dove investire

Esiste un legame tra primario e turismo che forse non si capisce immediatamente ma che può rappresentare per le realtà locali una fonte prodigiosa di guadagno e di rilancio economico. Lo sfruttamento del suolo e il turismo formano infatti il connubio del turismo rurale, che fonde assieme la multifunzionalità agricola con la ricettività turistica, formando una sorta di turismo sostenibile.

Sono sempre più le persone infatti che tendono a fuggire dal caos rappresentato dalla città e sono alla ricerca di posti tranquilli dove rilassarsi, consumare dei pasti genuini e soprattutto passeggiare senza il frastuono delle vetture e senza il fastidioso odore dei gas di scarico che rappresentano una vera e propria piaga per il benessere psicofisico.

Settore primario e turismo: gli agriturismo

primario e turismoLa forma del turismo rurale, sostenuta anche da diverse regioni italiane che hanno capito l’importanza di questa nuova forma di vacanze e hanno provveduto a valorizzarla, ha la sua linfa vitale nella domanda economica, già in quella che è la linfa trainante del mercato della domanda e dell’offerta ed è rappresentata in questo caso dalla ricerca di relax, ambiente tranquillo e cibi genuini. Da qui parte l’offerta, che come ben si sa dalle leggi economiche, si mette in atto per accontentare la domanda accaparrandosi il più alto profitto possibile e gettando le basi di una vera e propria impresa che si protrae nel tempo.

L’Italia può vantare, geograficamente parlando, numerosi luoghi bucolici che si prestano ad accontentare la grande domanda di sapori genuini e relax che viene proprio dal cittadino medio, letteralmente bombardato dalla frenesia della città e desideroso di abbassare i ritmi per rigenerarsi specialmente nella testa.

primario e turismoL’economia del luogo non può fare altre che beneficiare dell’arrivo dei turisti, ma occorre prestare attenzione all’impatto che questi possono avere sull’ecosistema locale e quindi controllare sempre che non si esageri nè con il numero nè con l’inquinamento, acustico e non, che questi possono generare, altrimenti si potrebbe vedere un vero e proprio sconvolgimento nella località rurale che deve invece essere preservata nella sua particolarità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.