Copia di un contratto di locazione

Per chi ne ha necessità è possibile richiedere all’Agenzia delle Entrate una copia del contratto di locazione, naturalmente seguendo un determinato iter burocratico. Per correttezza professionale ricordiamo che ogni contratto di locazione deve essere regolarmente registrato come previsto dall’art. 1, comma 346, della legge n. 311/04. Qualora il contratto non sia registrato deve essere considerato nullo. La giurisprudenza prevede però che la registrazione sia obbligatoria solo per affitti superiori ai 30 giorni, e non quindi per i periodi minori.

Contratto di locazione art. 18 d.p.r. 131/86

contratto di locazioneL’articolo 18 del d.p.r 131/86 specifica che i contraenti, i subentranti e i coniugi possono far richiesta di copia registrata della locazione e degli atti relativi al contratto. Una nota particolare va fatta per l’amministratore di condominio, che potrebbe essere costretto a richiedere una copia per la registrazione anagrafica del condominio.

Esistono quindi dei casi specifici e legittimati da disposizioni legali, per richiedere tali copie. Al punto successivo specificheremo meglio il ruolo dell’amministratore per quanto riguarda questo tipo di contratto.

Richiesta dell’amministratore per il contratto di locazione

contratto di locazioneNel caso in cui l’amministratore abbia la necessità di avere copia di un contratto di locazione dello stabile che amministra, e non trovi la collaborazione degli interessati, come previsto dall’articolo 1130 numero 6 del codice civile, ci si dovrà rivolgere all’autorità giudiziaria che stabilirà i modi e i tempi per l’acquisizione dei dati.

Tutto questo naturalmente se non vi è collaborazione, poiché nella compilazione della scheda anagrafica condominiale, l’amministratore deve avere l’elenco di tutti i condomini, siano questi proprietari o affittuari, in modo che possa sempre avere la situazione sotto controllo. L’elenco ordinato e aggiornato dei vari condomini è infatti uno degli obblighi dell’amministratore, che è sempre tenuto, su richiesta dell’autorità giudiziaria o delle forze di polizia, a fornire l’elenco degli abitanti dello stabile per controlli o resoconti. Per questa ragione è essenziale che i registri siano sempre in ordine e si possa sempre sapere quali sono gli amministrati del condominio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.