Andalucia: lo splendore del Califfato

Uscita veramente innovativa quella che riguarda l’Andalucia, del periodico InStoria – Quaderni, giunto giunto al numero 21 con uno dei luoghi europei più affascinanti e accattivanti, dove agli incantevoli luoghi marittimi si possono unire visite a monumenti architettonici che testimoniano l’epopea araba in Europa e che danno oggi ancora lustro alla Spagna che fu islamica.

Etimologia del termine Andalucia

andalucia

andalucia

Il termine Andalucia può essere fatto risalire al XIII secolo e prende spunto dall’arabo Al-Andalus, che veniva usato dai saraceni per identificare tutti i territori occidentali dell’Islam. I Califfi regnarono in Andalucia dal 711 al 1492, rendendo la Regione una delle più avanzate, sia dal punto di vista culturale che da quello agricolo ed economico, dell’intera Europa. Alcuni storici sostengono che il termine Andalucia non sia di derivazione araba, bensì di derivazione Vandala.

I Vandali erano infatti una delle popolazioni barbariche, assieme ai Visigoti, che occuparono l’Ispania dopo la caduta dell’impero Romano d’Occidente nel 476 d.C.. Questa tesi è però fortemente confutata dai massimi esponenti della storigorafia contemporanea in quanto i Vandali, come le altre popolazioni barbariche che succedettero all’Impero, non crearono una vera e propria civiltà, che fu invece instaurata proprio dai Califfi arabi, che regnarono a Siviglia, Granata e Cordoba, edificando città splendide e lasciando monumenti unici nel loro genere, tanto che oggigiorno migliaia di visitatori vanno ad ammirare i capolavori dell’arte islamica che possiamo vantare di avere in questa parte d’Europa.

Tra i luoghi dove trascorrere una splendida vacanza estiva, ma anche una bella vacanza primaverile, l’Andalucia è certamente uno dei più indicati, poiché può mettere d’accordo sia gli amanti del mare e delle spiagge, che quelli della cultura. Innumerevoli sono infatti i luoghi artistici da visitare, e ognuno con la sua propria caratteristica, e incantevoli sono le spiagge che si ergono nel Mediterraneo, lunghe, chiare e veramente da sogno con un acqua cristallina che attirerebbe anche il bagnante più restio. Storia, architettura, arte, sport tipici, cibi e curiosità possono essere tutti trovati nella rivista in Andalucia, finalmente in vendita in libreria o direttamente sul sito web del periodico InStoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.