Giorgio Rocchetti: un gigante buono

Giorgio Rocchetti: un gigante buono

 

Giorgio Rocchetti: un gigante buono

by Martina Servidio

da non confonderlo però in “gigante semplice”

E’ la bontà d’animo ed il saldo legame con la sua terra e le sue tradizioni che contraddistingue Giorgio Rocchetti.

Proviene da una famiglia di artisti cantanti e musicisti che hanno conosciuto un lungo periodo di fama sia in Italia, ai Festival di Sanremo, ai Festivalbar che in giro per l’Europa rappresentando la nuova canzone pop italiana.

Giorgio Rocchetti: un gigante buono

Santino Rocchetti che con la sua particolare voce roca, adatta al Rhithm ‘n’ blues, ha duettato anche con Loredana Bertè.

Alberto Rocchetti tastierista e pianista di Vasco Rossi.

Ed il nostro “gigante buono” Giorgio Rocchetti batterista di primaria eccellenza che è cresciuto artisticamente e professionalmente insieme <ai Rocchetti> nelle lunghe tournée musicali e che si è perfezionato al Saint Louis college of music di Roma.

La musica, come noto,  non ha età e sono tutti in attività.

Ora, però, vogliamo parlare di Giorgio Rocchetti e del suo lavoro di artista del legno mentre ammiriamo uno spettacolare tramonto nella sua città: Montalto di Castro.

Buongiorno Giorgio, servono delle attitudini particolari per questo mestiere di lavorazione del legno?

Per questo mestiere quello che conta è avere una grande passione, conoscere nei minimi dettagli il materiale che ti accingi a lavorare e avere anche tanta pazienza durante la lavorazione

In che modo influisce la concorrenza nel tuo lavoro?

Direi che la concorrenza costituita dai grandi centri commerciali influisce pesantemente nel mio lavoro tuttavia c’è una fascia molto ampia di clientela che desidera avere in casa alcuni pezzi preziosi, realizzati artigianalmente, con il legno e le rifiniture desiderate.

Cerco sempre di dialogare con il cliente per capire i suoi desideri e per offrire i miei suggerimenti per la migliore riuscita dell’opera.

Quali sono i lati positivi e negativi del tuo lavoro?

Il lato positivo è che posso creare liberamente ciò che il legno mi ispira e la varietà del lavoro; non faccio quasi mai la stessa cosa.

Il legno, infatti, è un materiale vivo che deve essere lavorato in maniera tale da essere mantenuto bello e stabile nel tempo.

 Ho avuto, da sempre, la passione per il legno; è un materiale nobile, facilmente plasmabile anche con attrezzi poco professionali (uno scalpello, un martello o una sega, per esempio). Crescendo è maturato sempre di più in me l’amore per questo materiale. 

 Ho sempre plasmato il legno in maniera a me più congeniale, il legno, per me, è amore per la natura, 

Le mani fanno quello che la testa mi dice

Mi faccio ispirare dal bello  che ci circonda. Non è raro che guardo con attenzione le linee di un palazzo -antico o moderno- e già immagino le linee di un mobile. Anche le concrete ed essenziali linee del design scandinavo mi suggeriscono la realizzazione di un mobile altrettanto concreto ed essenziale

Amo gli incastri e le relazioni tra il legno ed altri materiali come i metalli e il vetro e molti miei lavori rispecchiano questa passione.

Il legno, nobile elemento naturale, mi concede di instaurare con lui un intimo dialogo che si trasforma nella possibilità di plasmarlo secondo le sue venature, i suoi intagli, i suoi nodi, i suoi anelli stagionali.

E gli aspetti negativi?

Tanti? Pochi? Credo che siano quelli insiti in ogni attività artigianale e continuamente a contatto con la clientela. L’essenziale è comportarsi con reciproco rispetto.

Ami un particolare legno?

Mi piace lavorarli tutti pur avendo coscienza che ciascun legno è particolarmente adatto ad un ben determinato tipo di applicazione.

Giorgio Rocchetti: un gigante buono

Beh, dopo aver ammirato il sole immergersi nel mare, salutiamo Giorgio Rocchetti e la sua Montalto di Castro che ci ha ospitato.

Giorgio Rocchetti: mobile 380 7823685

Foto tratte dal Web a scopo divulgativo e non commerciale

 

Di Donna in Donna – Spettacolo teatrale di Ilaria Coppini

Nella serata di martedì 14 maggio, il teatro Petrolini di via Rubattino 5 ospiterà la performance teatrale “Di Donna in Donna”, monologhi di cantautori in prosa, diretta e interpretata da Ilaria Coppini, affermata attrice televisiva e teatrale. Uno spettacolo in cui alcune canzoni selezionate dalla stessa attrice diverranno veri e propri monologhi che, con la potenza delle loro parole, andranno a descrivere magistralmente le varie “tipologie” di donna. Il tutto attraverso un variopinto percorso che illustrerà il delicato passaggio dalla violenza subita alla serena consapevolezza di sé e alla felicità. A scuotere l’anima della protagonista sarà il suono del violino del Maestro Renato Riccardo Bonaccini, recentemente rientrato in Italia dopo una lunga tournèe con l’intramontabile Ennio Morricone (a breve ripartiranno assieme per ulteriori date), che ne scandirà i diversi passaggi emotivi, creando un viaggio catartico e liberatorio, finalmente privo di qualunque tipo di sopraffazione e prepotenza. Così la musica, in quanto arte, diverrà elemento salvifico che consentirà e faciliterà il viaggio introspettivo a cui sarà sottoposta tanto l’interprete protagonista quanto gli spettatori. I personaggi arriveranno a toccare varie emozioni e stati d’animo, dalla violenza alla disperazione, dall’impotenza all’ironia, dall’amore alla tenerezza, dalla dolcezza alla sensualità, fino alla voglia di vivere. Appuntamento dunque per martedì 14 maggio alle ore 21:00 presso il Teatro Petrolini (via Rubattino, 5) per una serata all’insegna dell’arte scenica e musicale.

Andrea Lepone

 

Negramaro “Amore Che Torni Tour Indoor”

Negramaro “Amore Che Torni Tour Indoor”

Negramaro “Amore Che Torni Tour Indoor”

Emanuele “Lele” Spedicato ha lasciato la Rianimazione dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce dove era ricoverato dal 17 settembre a causa di una emorragia cerebrale. Da quel momento sono state settimane di attesa e di apprensione che ci hanno lasciato tutti con il cuore sospeso.

Finalmente l’ospedale ha sciolto la prognosi autorizzando il trasferimento in una struttura specializzata di Roma dove il paziente seguirà un percorso di riabilitazione.

Interpretiamo il sentimento dei suoi fans ed auguriamo a Emanuele “Lele” Spedicato una pronta guarigione per vederlo di nuovo trascinare il suo pubblico.

In bocca al lupo “Lele”, ti siamo vicini.

Negramaro “Amore Che Torni Tour Indoor”

Live Nation, l’Azienda organizzatrice dei concerti, ha reso noto che le date previste di esecuzione del Tour sono state riprogrammate a partire da febbraio 2019

Di seguito, il calendario completo con le date riprogrammate per il 2019:

 

Città Location Data originaria Nuova data
Rimini RDS Stadium 15/11/2018 14/02/2019
Mantova Palabam 18/11/2018 16/02/2019
Padova Kioene Arena 20/11/2018 20/02/2019
Conegliano Zoppas Arena 21/11/2018 21/02/2019
Torino Pala Alpitour 26/11/2018 23/02/2019
Bologna Unipol Arena 17/11/2018 24/02/2019
Milano Mediolanum Forum 23/11/2018 27/02/2019
Firenze Mandela Forum 15/12/2018 02/03/2019
Firenze Mandela Forum 16/12/2018 03/03/2019
Roma Palalottomatica 29/11/2018 05/03/2019
Roma Palalottomatica 30/11/2018 06/03/2019
Caserta Pala Decò 02/12/2018 08/03/2019
Caserta Pala Decò 03/12/2018 09/03/2019
Eboli Palasele 13/12/2018 11/03/2019
Bari Palaflorio 10/12/2018 13/03/2019
Bari Palaflorio 11/12/2018 14/03/2019
Reggio Calabria Palacalafiore 08/12/2018 17/03/2019
Acireale Pal’Art Hotel 05/12/2018 19/03/2019
 

 

Negramaro “Amore Che Torni Tour Indoor” 

Negramaro “Amore Che Torni Tour Indoor”

I biglietti precedentemente acquistati sono ovviamente validi per le nuove date previste nelle rispettive città; le eventuali richieste di rimborso dovranno essere presentate entro e non oltre il 10 gennaio 2019 negli stessi punti in cui si è effettuato l’acquisto.
Per rimborsi on-line bisogna contattare il servizio clienti

http://www.ticketone.it/help

se si è effettuato l’acquisto su Ticketone oppure, se si è effettuato l’acquisto su Ticketmaster, è necessario contattare:

https://help.ticketmaster.it/hc/it

Per maggiori informazioni sul tour

Negramaro “Amore Che Torni Tour Indoor”
vi invitiamo a visitare:

www.negramaro.com
www.livenation.it
TEL: 02 53006501 – info@livenation.it

Ufficio stampa LIVE NATION ITALIA: Giacomo Vitali – giacomo.vitali@livenation.it

Ufficio Stampa NEGRAMARO MN Stefano Di Mario (3928522337) –
Marcello Giannotti (3489248870)

Artist Promotion and Marketing Italia SUGAR Nicoletta Zagone (3497470244)

Festa della Musica

Dal 21 giugno 2016 centinaia di artisti invaderanno strade e piazze di tutte le città europee per la nuova edizione della Festa della Musica che, sin dalla sua prima edizione svoltasi in Francia nel 1982, è uno degli eventi estivi internazionali più attesi.

Da quest’anno la manifestazione in Italia è patrocinata, oltre che dall’ente organizzatore A.I.P.F.M. (Associazione Italiana per la Promozione della Festa della Musica), anche dal MiBACT (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo) e dalla S.I.A.E. (Società Italiana degli Autori ed Editori).

Per questo 2016, quindi, la Festa della Musica godrà di maggiori risorse e visibilità; il MiBACT infatti renderà disponibili per lo svolgimento di alcuni concerti anche luoghi storici e monumenti importanti di tutto il paese.

L’evento coinvolgerà ben 5.800 musicisti professionisti e semplici appassionati che, da martedì 21 fino a domenica 26 giugno, affolleranno 160 località italiane per ore e ore di musica totalmente gratis.

Mantova

Mantova

Sabato 18 giugno a Mantova, il comune lombardo insignito del prestigioso titolo di Capitale Italiana della Cultura per il 2016, ci sarà una grande anteprima con la Festa dei 1000 Giovani.

La serata, organizzata dall’associazione delle etichette indipendenti M.E.I. e dal Comune di Mantova, vedrà la partecipazione di artisti famosi come Eugenio Bennato, Omar Pedrini, Luca Barbarossa, Tricarico, Ivan Cattaneo, Kutso, Stanley Rubik e Toot.

A Roma sono attesi quasi 1.000 performer per tre giorni di concerti a ingresso gratuito; sono tantissime le location dove saranno allestiti palchi per gli oltre duecento spettacoli di musica e danza in programma.

Il 19 giugno la Festa della Musica romana sarà inaugurata in Piazza San Silvestro alle ore 19.00 con l’esibizione della Banda Centrale della Marina Militare.

Nel pomeriggio del giorno seguente il Coro Papageno, nato nel 2011 per volontà del Maestro Claudio Abbado e composto da quaranta detenuti della Casa Circondariale “Dozza” di Bologna, presenterà il suo repertorio multietnico a Palazzo Madama.

Il 21 giugno la popolare cantante siciliana Carmen Consoli e il duo francese Le Brigitte si esibiranno nella fantastica cornice di Piazza Farnese per festeggiare il sessantesimo anniversario del gemellaggio tra Roma e Parigi.

Lo stesso giorno al MAXXI (Museo nazionale delle arti del XXI secolo) in Via Guido Reni si terrà il concerto dei giovanissimi percussionisti del centro diurno “CivicoZero” e al Pantheon suonerà la Banda Centrale dell’Arma dei Carabinieri.

Alla Festa della Musica di quest’anno parteciperanno anche molte cittadine della provincia romana come Frascati, Grottaferrata, Anguillara Sabazia e Guidonia.

Lanuvio

Lanuvio

Tra gli eventi fuori porta più interessanti c’è sicuramente quello di Lanuvio, piccolo comune di 13.000 abitanti che si trova a 30 chilometri dalla Capitale; dal 24 al 26 giugno tutti i vicoli e le piazzette dell’antico borgo medievale diventeranno palcoscenici che accoglieranno oltre 120 artisti di ogni genere.

Qui la Festa della Musica è ormai una tradizione consolidata e fortunata che dura da ben ventidue anni; a corollario dei concerti il pubblico potrà assistere anche a suggestivi spettacoli di danza, recitazione e arte di strada.

La settimana del 21 giugno sarà quindi una grande celebrazione internazionale del messaggio di armonia, partecipazione e cultura che la musica riesce a trasmettere ai suoi ascoltatori; il patrocinio del MiBACT per l’edizione di quest’anno, inoltre, conferisce ulteriore valore a una manifestazione già molto rilevante.