“UN’ORA SOLA VI VORREI – ESTATE 2021″

“UN’ORA SOLA VI VORREI - ESTATE 2021"

By Martina Servidio

“UN’ORA SOLA VI VORREI - ESTATE 2021" Enrico Brignano annuncia la prima data del suo esilarante show “UN’ORA SOLA VI VORREI – ESTATE 2021″, che si terrà allo Stadio del Baseball ad Anzio (RM) il 17 Agosto.

Prodotto e distribuito da Vivo Concerti, lo show fa parte di una lunga ed applaudita tournée che porterà il comico in tutta Italia. Lo spettacolo è una analisi divertente dei più vari accadimenti e delle conseguenti riflessioni satiriche e comiche con cui Enrico Brignanodecodifica” i fatti. Enrico, un vero e proprio one man show del comico romano uscito dalla scuola del grande Gigi Proietti, intrattiene il pubblico con questo divertente spettacolo di varietà ricco di monologhi, musica e tanto divertimento, realizzato per catturare una sana risata benefica ma non dimentica di offrire spunti di riflessione su costume ed attualità

“UN’ORA SOLA VI VORREI - ESTATE 2021"

Con “UN’ORA SOLA VI VORREI – ESTATE 2021″Enrico Brignano torna quindi sulle scene con uno spettacolo che sfida e rincorre il tempo, il suo passato che è anche il passato di noi tutti fluttuante tra ricordi e nuove proposte

Enrico Brignano è incalzato dal trascorrere del tempo che è previsto dal suo spettacolo, cioè 1 ora e mezzo, e prorompe in un fiume ininterrotto di parole, di dialoghi e di gag che ha in serbo per il suo pubblico.

Sarà una calda estate per il nostro Enrico ma sarà certamente gratificato dagli applausi e dalla simpatia del pubblico.

Per informazioni e per acquistare i biglietti per gli show di Enrico Brignano visitare il sito vivoconcerti.com

CALENDARIO DATE:

Martedì 17 agosto 2021Anzio (RM), Stadio del Baseball NEW 

Sabato 21 agosto 2021 | Castello Pasquini, Castiglioncello (LI)

Domenica 22 agosto 2021 | Fortezza di Mont’Alfonso, Castelnuovo Garfagnana (LU)

Lunedì 23 agosto 2021 | “Estate di Stelle” Piazza Grande, Palmanova (UD)

Venerdì 27 agosto 2021 | Piazza Duomo, Prato

Sabato 28 agosto 2021 | Piazza del Popolo, Alba Adriatica (TE)

Venerdì 3 settembre 2021 | Arena Villa Dante, Messina

Sabato 4 settembre 2021 | Arena Piazza Libertà, Ragusa

Martedì 7 settembre 2021 | Rotonda del Lungomare, Taranto

Mercoledì 8 settembre 2021 | Piazza Libertini, Lecce

Giovedì 9 settembre 2021 | “FuoriMuseo 2021” Piazza Duomo, Trani (BT)

Venerdì 10 settembre 2021 | Parco delle Rose, Lanciano (CH)

Lunedì 13 settembre 2021 | Teatro Greco, Taormina (ME)

Mercoledì 15 settembre 2021 | Arena di Verona

Video RAI tratto da YouTube ad uso non commerciale.

Globe Theatre: la programmazione 2016

globe theatre

William Shakespeare rivive anche quest’anno nella programmazione del Globe Theatre di Roma, tradizione che va avanti, con successo, da ormai 13 anni. Il teatro elisabettiano della Capitale accenderà le luci sul suo palcoscenico il 7 giugno, per spegnerle il 9 ottobre: due mesi di spettacoli e non solo.

Forte della direzione artistica del grande Gigi Proietti, la rassegna teatrale ogni estate vanta una elevata partecipazione da parte del pubblico. Punti forti sono sicuramente l’accessibilità dei prezzi dei biglietti, la location magica e suggestiva, il variegato cartellone degli spettacoli, che variano dal dramma alla commedia, la competenza degli ideatori, dei registi, degli attori.

Il Globe Theatre si trova nel cuore di Villa Borghese ed è la fedele ricostruzione del Globe Theatre londinese, il più famoso teatro del periodo elisabettiano. Costruito nel 2003, da un’idea di Gigi Proietti, è da allora punto di riferimento dell’estate romana, quest’anno più che mai. La programmazione, infatti, si va ad inserire nelle celebrazioni per il 400esimo anniversario della morte di William Shakespeare (23 aprile 1616) e per l’occasione Gigi Proietti ha pensato ad una grande novità.

globe theatre

Oltre che ideatore e direttore artistico degli spettacoli, sarà anche attore, per la prima volta: il suo omaggio al drammaturgo inglese sarà la lettura di brani tratti da Edmund Kean di Raymund FitzSimons, curando anche l’adattamento e la regia dello spettacolo. Solo nel suo camerino, Edmund Kean, grande attore inglese di inizio Ottocento, riflette sulle parole di Shakespeare mentre si trucca e ripensa alla sua vita. Ad interpretarlo è, appunto, Gigi Proietti, 27 anni dopo la rappresentazione di Taormina.

L’apertura della stagione del Globe Theatre è affidata a Lear (23 giugno-3 luglio), poi Edmund Kean (8-17 luglio), seguiti da Il mercante di Venezia (22 luglio-7 agosto), Sogno di una notte di mezza estate (10-21 agosto), Il racconto d’inverno (26 agosto-11 settembre), Sonetti d’amore con musiche di Amy Winehouse, Leonard Cohen, Alanis Morissette e Marvin Gaye (29 agosto – 5, 19, 26 settembre), Romeo e Giulietta (16 settembre-2 ottobre) ed infine The tempest (5-9 ottobre).

Questo costituisce l’ultimo tassello della produzione shakespeariana: verrà portato in scena in lingua originale dalla Bedouin Shakespeare Company, che l’anno scorso si era esibita con La commedia degli errori.

Innovativo l’allestimento di Romeo e Giulietta: la prima parte della storia è ambientata ai giorni nostri, la festa è un ballo in maschera, Mercuzio si esprime a suon di rap e Giulietta canta rock. Poi tutto cambia e si viene catapultati nel Seicento.

Immancabile Sogno di una notte di mezza estate, che festeggia la sua prima decade di repliche: realtà, realtà teatrale e fantasia si fondono in un’atmosfera irreale fatta di filastrocche, fate, liriche d’amore, natura, magia, teatranti.

Nel corso della stagione del Globe Theatre in programma anche un laboratorio per attori sulla tragedia scozzese: Macbeth. I contagiati dalla morte a cura di Daniele Salvo.

Gigi Proietti all’Auditorium

Gigi Proietti sarà in scena, oltre che al Globe Theatre, anche per l’irresistibile spettacolo Cavalli di battaglia, (quindicesima replica dall’anno scorso), un excursus completo di cinquant’anni di vasto e diversificato repertorio: canoro, poetico, parodistico, mimico, comico. Un ventaglio unico che da sempre caratterizza il popolare attore, noto proprio per la sua versatilità e poliedricità.

Sarà accompagnato da un corpo di ballo e da un’orchestra di 25 elementi diretti dal Maestro Mario Vicari; con lui anche Marco Simeoli e Claudio Pallottini, attori del suo laboratorio che da tempo prendono parte ai suoi spettacoli.

L’appuntamento è il 18 giugno, nell’ambito della rassegna Luglio Suona Bene, all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

IL GIOCO SERIO DELL’ARTE

Il grande attore Gigi Proietti è l’ospite di Massimiliano Finazzer Flory per il terzo appuntamento de “Il Gioco serio dell’Arte”, giunto alla X edizione.  La comicità dell’artista, del grande mattatore quale egli è, i suoi spettacoli-fiume, i suoi personaggi, le sue macchiette “petroliniane”, le canzoni, le parodie lo hanno avvolto nel cuore del grande ed appassionato pubblico che lo ama e lo segue da oltre 40 anni.

Gigi Proietti è un genio ed un maestro del teatro.

Massimiliano Finazzer Flory illustrerà, nelle varie accezioni, il concetto base dell’incontro, “Migranti”, che anima questa edizione de «Il Gioco serio dell’Arte» e solleciterà spunti di riflessione sul concetto di migrazione all’interno di un mondo creativo multiforme come è quello del teatro.

Gigi Proietti, dal canto suo, attraverso la sua sapiente arte presentata con leggerezza, illustrerà le tante diverse situazioni in cui recita un attore:  il palcoscenico di un teatro, i set cinematografici e televisivi, il ruolo dell’istrione, del maestro, del direttore di una accademia artistica o dell’ispiratore.

La cultura in Italia è stata artificiosamente e colpevolmente sezionata in due parti ciascuna delle quali “destinata” a priori ad un certo pubblico: ricchi o poveri, di destra o di sinistra, industriale o operaia.

Il concetto di cultura è differente ed è vissuta in maniera differente dalle varie classi sociali ma deve esistere un punto di connessione che lega armoniosamente i vari strati della nostra società.

E’ dannosa la contrapposizione tra cultura “popolare” e cultura “intellettuale”.

Gigi Proietti rappresenta in maniera sublime la connessione di una tradizione culturale “popolare”, intesa come innata capacità di dialogare con il pubblico, con un’interpretazione capace di essere lo specchio, la maschera, la caricatura di noi stessi che rappresentiamo la società attuale.

La sua interpretazione e la sua maniera di “fare spettacolo” avvinghia anche gli “intellettuali” della cultura.

Gigi Proietti non ha bisogno di presentazioni ma vogliamo ricordare che è nato a Roma nel popolare quartiere dell’Appio Latino e fu conosciuto come “quello che”, nel 1968, sostituì Domenico Modugno nello spettacolo di Garinei e Giovannini “Alleluia Brava Gente”.

Ricordiamo lo show  “A me gli occhi please” e tanti altri, tutti di successo.

Gigi Proietti è stato direttore artistico del Teatro Brancaccio di Roma portando in scena rappresentazioni affidate a giovani attori nati dalla sua Accademia.

Innumerevoli le sue interpretazioni cinematografiche, ad esempio “Febbre da Cavallo” e il popolarissimo serial televisivo “Il Maresciallo Rocca“.

Il Gioco serio dell’Arte, nato nel 2006, sponsorizzato da Il Gioco del Lotto – Lottomatica, è ideato e condotto da Massimiliano Finazzer Flory e presentato dalle Gallerie Nazionali di Arte Antica di Roma il cui nuovo direttore è Flaminia Gennari Santori.

La rassegna culturale viene ospitata a Palazzo Barberini, che risplende della sua bellezza dopo i recenti lavori di restauro realizzati anche grazie ai fondi de Il Gioco del Lotto.

 

“Migranti sono i pensieri che si connettono ad altri pensieri, Migranti, oggi come non mai, sono le nostre identità, Migranti sono i quadri, le opere d’arte, adesso anche i musei e con loro gli uomini che attraverso le arti uniscono culture e costumi”.

Questo suggerisce il regista e attore Massimiliano Finazzer Flory, ideatore de Il Gioco Serio dell’Arte, nel presentare il tema di questa edizione.

 

Appuntamento il 15 febbraio 2016
Ingresso libero fino ad esaurimento posti
Prenotazione: Obbligatoria 
Luogo: Roma, Galleria nazionale d’Arte antica in Palazzo Barberini
Orario: 18.30
Telefono: 064824184
E-mail: martinotti@lagenziarisorse.it
Sito web: http://www.giocodellotto.it

Globe Theatre Molto Rumore per Nulla

globe theatre

In scena al Globe Theatre di Roma, dal 5 al 30 agosto alle ore 21.15, una delle più pittoresche commedie di Shakespeare, Tanto Rumore per Nulla, con regia di Loredana Scaramella e traduzione e adattamento della stessa regista e di Mauro Santopietro, produttore Politeama Srl. Continua a leggere